Yacht ibrido Benetti B.YOND 37M: un expedition green

La mobilità sostenibile nelle acque dei mari non è un tema astratto e Benetti lo affronta con molta concretezza, anche grazie alle doti del nuovo yacht ibrido B.YOND 37M.

Benetti guarda per i suoi yacht alle soluzioni green, per una mobilità sostenibile in acqua. Il cantiere nautico di Viareggio, sempre attento all'innovazione, dopo aver introdotto per primo la vetroresina negli anni 90, torna oggi all'acciaio per la nuova linea compatta di expedition attenti all'ambiente, inaugurata dal B.YOND 37M.

A garantire la navigazione ecosostenibile del modello provvede il sistema propulsivo diesel-elettrico SISHIP EcoProp di Siemens. Questa soluzione e-Mode sviluppata per Benetti regala bassi consumi e ridotto impatto ambientale, in linea con i bisogni contemporanei. L'autonomia sarà da grande navigatore, ballando in un range fra 5 mila e 10 mila miglia, a seconda delle opzioni di navigazione scelte.

Lo yacht ibrido Benetti B.YOND 37M sarà il primo dei tre modelli attesi per la nuova linea. Si tratta di un expedition serio, nato per girare il mondo e pronto a stupire per la rivoluzionaria concezione degli spazi chiaramente differenziati fra zona notte, giorno, leisure e di servizio.

Una delle sue note distintive è la presenza di un ponte in più del normale, il quarto, che si armonizza magnificamente nella silhouette esterna della barca, caratterizzata da oltre 200 metri quadrati di vetrate, grazie a un design capace di integrarlo alla perfezione.

Quasi 500 tonnellate di stazza, tipiche di barche di 50 metri, sono contenute in 37 metri senza il minimo impatto estetico e con altissimi parametri di stabilità. Questa dimensione compatta, secondo approfondite valutazioni interne al cantiere, regalerà la libertà di toccare i porti storici del Mediterraneo, dei Caraibi e del Nord Est americano. Lo yacht ibrido Benetti B.YOND 37M sarà presentato alla rete commerciale il 15 ottobre. Poi toccherà alla stampa e al pubblico conoscerlo da vicino.

  • shares
  • Mail