Yacht ibrido Benetti B.YOND: mobilità sostenibile in mare

Benetti riscopre le sue origini con B.YOND, ma questo yacht guarda al futuro con le sue soluzioni innovative e green, come il sistema di propulsione ibrida.

Negli ultimi tempi l'universo nautico mostra una certa sensibilità verso l'ecosistema e punta sempre più sulla mobilità sostenibile in acqua, come conferma la nuova generazione di barche expedition Benetti B.YOND.

Il sistema di propulsione ibrida SISHIP EcoProp di Siemens riduce l'impatto ambientale. La soluzione E-Mode, appositamente studiata per il Gruppo Azimut|Benetti, consegna una propulsione ibrida finalmente semplice da gestire, destinata ad un target più ampio e studiata per garantire un'effettiva riduzione dei consumi durante l'intero ciclo di vita dell'imbarcazione.

Quattro le modalità operative previste per l'apparato motoristico, sviluppato in Italia dal Centro di Competenza Globale di Siemens Marine. Si parte dall'Enhanced Comfort, molto rilassante, fino all'Extendend Range, adatta ai lunghi trasferimenti e che contiene i consumi, passando per l'Eco Cruise/hotel mode, che fa navigare o sostare in rada ad emissioni zero, ed Eco Transfer, per far navigare lo yacht con un solo motore, ma mettendo a lavoro entrambi gli assi, per un migliore rendimento.

Il nuovo modello Benetti, lungo 37 metri, concentra in questa estensione e nei suoi quattro ponti volumi degni di panfili più grandi, grazie all'ottimizzazione dello studio progettuale. In questa imbarcazione, fra l'altro, si apprezza la grande apertura verso l'esterno, che regala un migliore contatto col mare e col mondo circostante.

L'armatore e i suoi ospiti potranno giovarsi di ampi spazi, per comode e lunghe navigazioni a ridotto impatto ambientale, grazie all'architettura propulsiva ibrida. B.YOND unisce la versatilità alla praticità e all'attenzione per l'ambiente, che oggi rappresenta più che mai un valore aggiunto.

  • shares
  • Mail