Seguici su

Inquinamento

Rifiuti plastici verso la Malesia: Greenpeace fa emergere il caso

Traffico rifiuti di plastica in Malesia. Costa: “Importante indagine di Greenpeace, controlli stringenti e lotta senza sosta all’usa e getta”.

Un traffico illecito di rifiuti plastici italiani è stato scovato da Greenpeace nel corso di un’indagine svolta dalla nota organizzazione ambientalista, fondata a Vancouver nel 1971. Il lavoro in difesa del clima e dell’ecosistema portato avanti da alcuni suoi rappresentanti ha fatto emergere lo spinoso problema, che ci chiama in causa come nazione.

Secondo i dati offerti alla valutazione pubblica, le spedizioni illegali avrebbero riguardato 1300 tonnellate di rifiuti in plastica spediti dal nostro paese verso la Malesia nei primi 9 mesi dello scorso anno, quindi il dato aggregato relativo all’intero 2019 dovrebbe raggiungere cifre sensibilmente maggiori, sia per i tre mesi mancanti all’appello, sia perché l’Italia non è l’unica nazione coinvolta nei traffici.

Il ministro dell’ambiente Sergio Costa vuole stringere le maglie su queste forme di malcostume e business fuori dalle regole civili e legali: “Quella di Greenpeace è un’indagine di grande importanza. Bisognerà approfondire tutte le informazioni acquisite, perché si tratta di un tema che coinvolge numerosi paesi e che mostra con chiarezza la necessità di lavorare a controlli più approfonditi e stringenti“.

[related layout=”big” permalink=”https://ecoblog.lndo.site/post/191871/smog-il-ministero-dellambiente-stanzia-fondi-per-il-bacino-padano”][/related]

Questi dati -prosegue il ministro- se confermati, testimoniano ancor più la necessità di adottare misure urgenti per prevenire pratiche così illegali e vergognose. Dobbiamo portare avanti senza sosta la battaglia intrapresa per ridurre al minimo la produzione e il consumo dell’usa e getta, e intraprendere con sempre maggiore convinzione il passaggio ad un’economia circolare che sappia puntare sul mercato del riciclo, del riuso e della rigenerazione dei materiali“.

Tutti sappiamo quanto male stia facendo all’ecosistema l’inquinamento dovuto alla plastica, ma le coscienze non sembrano ancora mature a sufficienza, almeno sul piano delle condotte.

Il problema riguarda spesso i mari. La loro distruzione e l’annientamento di molte delle specie viventi che vivono nelle loro acque sta prendendo forma nell’indifferenza di molti, che sembrano non rendersi conto del male prodotto dall’invasione di plastiche e microplastiche, pericolose anche per la nostra catena alimentare, dove ritornano.

Fonte | Ministero dell’Ambiente

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultime novità

Animali11 anni ago

Galline ovaiole ancora in gabbia: l’Europa ci mette in mora

All'Italia con altri 19 paesi membri arriverà una bella letterina di messa in mora, ossia una consistente multa per non...

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban, qui giace il protocollo di Kyoto

COP17, una lapide per il protocollo di Kyoto?

EcoComunicazione11 anni ago

Ecogeo l’app della Regione Piemonte geolocalizza servizi per l’ambiente

Una nuova app della Regione Piemonte per iPhone permette di conoscere la localizzazione di ecocentri, punti per l'acqua pubblica, colonnine...

Clima11 anni ago

EEA, la hit delle 191 industrie che inquinano di più l’aria in Europa

L'Agenzia europea per l'Ambiente ha stilato la classifica delle 191 industrie pesanti che inquinano l'aria: tra le italiane al 18esimo...

Animali11 anni ago

Bravo Napolitano che nomina Jane Goodall Grande Ufficiale della Repubblica Italiana

la signora delle scimmie jane goodall è stata nominata grande ufficiale della repubblica italiana dal presidente giorgio napolitano

Associazioni11 anni ago

Durban, Greenpeace spedisce una cartolina a Clini dal caos climatico

Una cartolina a Clini dal caos climatico

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban: si discute di Kyoto o di economia?

protocollo di kyoto e cambiamenti climatici a Durban, ma si discute anche di economia delle emissioni

Inquinamento11 anni ago

Regione Puglia: i rifiuti saranno bruciati da nuovi inceneritori

sei nuovi impianti per l'incenerimento in Puglia, la regione sembra abbandonare ogni progetto di raccolta differenziata e riciclo

Foto & video11 anni ago

Natale, luminarie a LED sugli Champs-Elysées alimentate dal fotovoltaico

Miracolo del risparmio energetico e estetico sugli Champs-Elysées a Parigi per le luminarie natalizie

Politica11 anni ago

A Bari le Cartoniadi e a Capannori la Tia personalizzata: guadagnare soldi dai rifiuti

i comuni si attrezzano per guadagnare soldi dai rifiuti, coinvolgendo i cittadini in un araccolta differenziata molto intensa