Seguici su

Auto Elettriche

Auto elettriche: Cina e India già abbattono il petrolio a livello globale

Cina e India spingono sempre di più sulla mobilità elettrica, tanto che la loro richiesta di petrolio risulta già in sensibile calo.

Auto elettriche

La spinta di Cina e India verso la mobilità elettrica potrebbe avere già avuto degli effetti sulla domanda di petrolio a livello globale. È quanto suggerisce la Carbon Tracker Initiative, sottolineando come saranno probabilmente queste due nazioni a inaugurare “l’era della fine del greggio”.

La Cina si sta ormai convertendo da tempo alle auto elettriche, grazie a forti incentivi statali e all’apparizione sul mercato di utilitarie a basso costo, adatte agli spostamenti cittadini e abbordabili dalla popolazione. L’India sta seguendo un percorso analogo, sempre grazie a vetture dai listini calmierati. Entrambi i Paesi ospitano una della più ampie popolazioni a livello globale, di conseguenza tutti i trend che li caratterizzano hanno immediati effetti sull’intero Pianeta.

Il 2020 sta registrando una grande spinta in queste nazioni proprio sul fronte dell’elettrico, ma anche optando per previsioni al ribasso, il destino del petrolio pare essere segnato. Se la Cina dovesse raggiungere il 40% di auto elettriche entro il 2030 – cifra al ribasso, appunto – ridurrebbe la sua domanda di petrolio di 80 miliardi di dollari all’anno. Cifre analoghe per l’India se, alla stessa data, dovesse raggiungere il 20% di auto elettriche in circolazione.

D’altronde, così come sottolinea Carbon Tracker, entrambi i Paesi devono fare ricorso oggi all’importazione di grandi quantità di petrolio, una necessità non propriamente economica. Alimentare un’auto elettrica, infatti, costa in Cina e in India 10 volte meno che un pieno di benzina, proprio per gli elevati costi dovuti all’importazione. Non stupisce quindi che il mercato e i consumatori stiano premendo sul pedale dell’acceleratore proprio in materia di mobilità sostenibile. Così ha spiegato Kingsmill Bond, a capo del report pubblicato da Carbon Tracker.

Questa è una semplice scelta tra la crescente dipendenza da un caro petrolio o la possibilità di produrre internamente energia tramite lo sfruttamento di risorse rinnovabili, i cui prezzi scendono progressivamente nel tempo.

Secondo alcune previsioni meno pessimistiche, entro il 2035 la Cina potrebbe raggiungere il 60% di auto elettriche fra le nuove vetture vendute. Al momento, non è stata ancora fissata una deadline per l’abbandono definitivo delle automobili a motore termico.

Fonte: Autoblog

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultime novità

Animali11 anni ago

Galline ovaiole ancora in gabbia: l’Europa ci mette in mora

All'Italia con altri 19 paesi membri arriverà una bella letterina di messa in mora, ossia una consistente multa per non...

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban, qui giace il protocollo di Kyoto

COP17, una lapide per il protocollo di Kyoto?

EcoComunicazione11 anni ago

Ecogeo l’app della Regione Piemonte geolocalizza servizi per l’ambiente

Una nuova app della Regione Piemonte per iPhone permette di conoscere la localizzazione di ecocentri, punti per l'acqua pubblica, colonnine...

Clima11 anni ago

EEA, la hit delle 191 industrie che inquinano di più l’aria in Europa

L'Agenzia europea per l'Ambiente ha stilato la classifica delle 191 industrie pesanti che inquinano l'aria: tra le italiane al 18esimo...

Animali11 anni ago

Bravo Napolitano che nomina Jane Goodall Grande Ufficiale della Repubblica Italiana

la signora delle scimmie jane goodall è stata nominata grande ufficiale della repubblica italiana dal presidente giorgio napolitano

Associazioni11 anni ago

Durban, Greenpeace spedisce una cartolina a Clini dal caos climatico

Una cartolina a Clini dal caos climatico

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban: si discute di Kyoto o di economia?

protocollo di kyoto e cambiamenti climatici a Durban, ma si discute anche di economia delle emissioni

Inquinamento11 anni ago

Regione Puglia: i rifiuti saranno bruciati da nuovi inceneritori

sei nuovi impianti per l'incenerimento in Puglia, la regione sembra abbandonare ogni progetto di raccolta differenziata e riciclo

Foto & video11 anni ago

Natale, luminarie a LED sugli Champs-Elysées alimentate dal fotovoltaico

Miracolo del risparmio energetico e estetico sugli Champs-Elysées a Parigi per le luminarie natalizie

Politica11 anni ago

A Bari le Cartoniadi e a Capannori la Tia personalizzata: guadagnare soldi dai rifiuti

i comuni si attrezzano per guadagnare soldi dai rifiuti, coinvolgendo i cittadini in un araccolta differenziata molto intensa