Terremoto in Sicilia, 4 gennaio 2013: oltre dieci scosse nelle ultime ore. Magnitudo 4,3 in provincia di Messina

15:55 Nel pomeriggio nessun fenomeno sismico da segnalare. L'attività tellurica iniziata alle 2 di notte nelle Lipari e proseguita con le scosse notturne dei Monti Reatini e dei golfi di Patti e Milazzo ha avuto il suo apice alle 08:50 con la scossa di magnitudo 4,3 il cui epicentro è stato localizzato nella regione dei Monti Nebrodi. A questa prima scossa hanno fatto seguito altre nove scosse, di magnitudo compresa fra 2 e 2,8, che sono terminate alle 13:01

13:25 Altre due scosse di terremoto nei Monti Nebrodi: una di magnitudo 2,5 alle ore 12:30, l'altra di magnitudo 2,1 alle 13:01

12:12 Alle ore 11:50 ottava scossa nei Monti Nebrodi: la magnitudo è 2,8, la seconda come entità dall'inizio dei fenomeni tellurici di quest'oggi.

12:04 Domenico Patanè, direttore della sezione catanese dell’Ingv, ha spiegato in un’intervista rilasciata a IlSussidiario.net come negli ultimi dieci anni si siano registrate diecimila scosse sismiche superiori a 2,5 gradi Richter ovverosia al di sopra della soglia di avvertibilità. Sui Monti Nebrodi, dove stamane è stata avvertita la scossa di magnitudo 4,3,

vi è il fronte fra due diverse placche, quella africana e quella eurasiatica, quindi si tratta di una zona in compressione in cui la presenza di una serie di strutture tettoniche sismogenetiche porta alla produzione di questa intensa attività sismica a cui da tempo assistiamo.

11:25

 Un'altra scossa in Sicilia, sui Monti Nebrodi. Alle ore 11:12 l'INGV ha registrato un altro fenomeno tellurico di 2,5 gradi della scala Richter.

11:19 La scossa di magnitudo 4,3 ha interessato le province di Messina, Catania ed Enna. L'epicentro ha interessato i comuni di San Teodoro e Cesarò, in provincia di Messina, e Maniace, nel catanese; nell'arco di 20 km il fenomeno tellurico è stato avverito in maniera consistente ad Alcara Li Fusi, Galati Mamertino, Longi, Militello Rosmarino, San Fratello, Tortorici, Troina, Bronte e Maletto.

11:13 Le squadre dei vigili del fuoco e le forze dell'ordine stanno effettuando controlli nelle zone colpite dal sisma per capire se vi siano stati danni agli edifici. I comuni maggio

11:07 Secondo la Sala Situazione della Protezione Civile attualmente non risultano danni a cose o persone connessi alle scosse avvertite nelle ultime ore in Sicilia.

10:55 Continuano gli eventi sismici nel messinese. Dopo la scossa di 4,3 gradi registrata alle ore 08:50 nella zona dei Monti Nebrodi, la zona continua a essere interessata da scosse di minore entità ma caratterizzate da una certa ciclicità: 2,4 gradi Richter alle 08:58, 2,5 alle 09:11, 2 alle 09:48 e alle 10:01 e, infine, 2,2 alle 10:23.

Cinque scosse di terremoto hanno interessato la Sicilia nelle ultime ore. L’evento sismico di maggiore entità è stato registrato alle ore 8:50 con epicentro a San Teodoro (Me), nel distretto sismico dei Monti Nebrodi. I sismografi dell’Ingv hanno registrato una magnitudo di 4,3 gradi della Scala Richter.

In precedenza quattro eventi sismici con magnitudo superiore a 2 gradi Richter avevano caratterizzato le prime ore della giornata. I primi due movimenti tellurici (2,4 e 2,3 della scala Richter) sono stati avvertiti intorno alle 2 di notte nel distretto sismico delle Isole Lipari, la scossa successiva è stata registrata alle 3 e 33 nei Monti Reatini (2 gradi Richter), la quarta alle 5:36 nei golfi di Patti e Milazzo con epicentro in mare e ipocentro a 118 chilometri di profondità (2,4 gradi Richter).

Mappa I INGV

 

  • shares
  • Mail