Seguici su

ECOLOGIA

Navi dei veleni, mercoledì a Reggio Calabria si chiede la riapertura del caso De Grazia

La Commissione parlamentare d’inchiesta sugli illeciti connessi al traffico dei rifiuti terminerà con tutta probabilità questa settimana la relazione definitiva sulla morte del Capitano di corvetta Natale De Grazia, morto nel dicembre 1995 dopo una sosta in autogrill mentre indagava sulle navi dei veleni.

La decisione era inizialmente prevista per il 20 dicembre scorso ma, come vi abbiamo raccontato, la conferenza stampa è stata cancellata il fretta e furia.

Enormi navi stracariche di rifiuti tossici che la ‘ndrangheta, e c’è chi dice “lo Stato”, affondava nel Mediterraneo, per disfarsi del problema dello smaltimento negli abissi, le navi dei veleni sono da 30 anni un enorme punto di domanda all’interno della storia ambientale e giornalistica italiana.

La relazione definitiva della Commissione sarà una chiave di volta per stabilire una parte di verità sulla morte del capitano De Grazia e, più in generale, sui sospetti affondamento delle navi cariche di veleni.

Legambiente, da sempre “memoria storica” sul fronte delle navi dei veleni affondate nel Mediterraneo, ha organizzato per mercoledì 6 febbraio, alle ore 16, presso la sala biblioteca dell’Amministrazione Provinciale di Reggio Calabria, un incontro che verterà proprio sui lavori della Commissione parlamentare d’inchiesta.

E’ particolarmente significativo che questa riflessione e mobilitazione, di valore nazionale, parta da Reggio Calabria città dove il Capitano De Grazia è nato e ha vissuto.

ha dichiarato Vittorio Cogliati Dezza, Presidente di Legambiente Calabria.

All’incontro, cui parteciperanno l’on. Alessandro Bratti, che ha curato come relatore il lavoro svolto dalla Commissione sul caso De Grazia; Nuccio Barillà, delle segreteria nazionale di Legambiente, la memoria storica in Calabria della vicenda, ed Enrico Fontana, responsabile dell’Osservatorio nazionale Ambiente e legalità di Legambiente.

Durante l’incontro l’associazione ha annunciato che chiederà la riapertura dell’inchiesta sulla morte di De Grazia, la cui storia è tanto misteriosa quanto verosimile: mentre era nel pieno dell’inchiesta sulla motonave Jolly Rosso, spiaggiatasi ad Amantea (Cs) nel 1990, considerata da De Grazia la traccia principale per arrivare alle navi dei veleni, De Grazia venne ucciso, avvelenato da un caffè bevuto in un autogrill di Sala Consilina (Sa).

Una morte “di dovere” quella di De Grazia, ucciso in servizio proprio mentre lavorava sulla Jolly Rosso, sulla quale Legambiente chiede chiarezza, verità. Giustizia.

Via | Legambiente
Foto | Comitato Civico Natale De Grazia

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultime novità

Animali11 anni ago

Galline ovaiole ancora in gabbia: l’Europa ci mette in mora

All'Italia con altri 19 paesi membri arriverà una bella letterina di messa in mora, ossia una consistente multa per non...

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban, qui giace il protocollo di Kyoto

COP17, una lapide per il protocollo di Kyoto?

EcoComunicazione11 anni ago

Ecogeo l’app della Regione Piemonte geolocalizza servizi per l’ambiente

Una nuova app della Regione Piemonte per iPhone permette di conoscere la localizzazione di ecocentri, punti per l'acqua pubblica, colonnine...

Clima11 anni ago

EEA, la hit delle 191 industrie che inquinano di più l’aria in Europa

L'Agenzia europea per l'Ambiente ha stilato la classifica delle 191 industrie pesanti che inquinano l'aria: tra le italiane al 18esimo...

Animali11 anni ago

Bravo Napolitano che nomina Jane Goodall Grande Ufficiale della Repubblica Italiana

la signora delle scimmie jane goodall è stata nominata grande ufficiale della repubblica italiana dal presidente giorgio napolitano

Associazioni11 anni ago

Durban, Greenpeace spedisce una cartolina a Clini dal caos climatico

Una cartolina a Clini dal caos climatico

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban: si discute di Kyoto o di economia?

protocollo di kyoto e cambiamenti climatici a Durban, ma si discute anche di economia delle emissioni

Inquinamento11 anni ago

Regione Puglia: i rifiuti saranno bruciati da nuovi inceneritori

sei nuovi impianti per l'incenerimento in Puglia, la regione sembra abbandonare ogni progetto di raccolta differenziata e riciclo

Foto & video11 anni ago

Natale, luminarie a LED sugli Champs-Elysées alimentate dal fotovoltaico

Miracolo del risparmio energetico e estetico sugli Champs-Elysées a Parigi per le luminarie natalizie

Politica11 anni ago

A Bari le Cartoniadi e a Capannori la Tia personalizzata: guadagnare soldi dai rifiuti

i comuni si attrezzano per guadagnare soldi dai rifiuti, coinvolgendo i cittadini in un araccolta differenziata molto intensa