Seguici su

ECOLOGIA

La Spagna dice sì a sondaggi per giacimenti e un nuovo gasdotto nel Parco naturale di Doñana

L’area di 543 kmq ha una biodiversità unica in Europa

Il Parco Nazionale di Doñana è un’oasi verde alle foci del Guadalquivir, un’area di 543 kmq con 135 kmq di area protetta nella quale è presente una biodiversità unica in Europa: migliaia di uccelli, daini, cervi europei, cinghiali, tassi e manguste convivono con specie a rischio quali l’aquila imperiale spagnola, il nono andaluso e la lince pardina, tutti animali tipici di Europa e Africa.

Ora il Coto de Doñana rischia di vedere compromessi la tranquillità e l’equilibrio del proprio ecosistema. Il Ministero dell’Agricoltura, Alimentazione e Ambiente spagnolo ha autorizzato la compagnia Petroleum Oil Gas España a effettuare uno studio per capire se sarà possibile estrarre e immagazzinare gas. Il progetto ha come primo obiettivo la produzione di gas naturale e come secondo l’utilizzazione dei giacimenti come immagazzinamento di gas sotterranei. Nel progetto è contemplata la costruzione di un gasdotto di 18 chilometri (che sostituirà quello preesistente che ha un diametro inferiore) e l’immagazzinamento sotterraneo di gas in una zona di 89.596 ettari fra le province di Cadice e Sevilla.

Nell’area sono già presenti da 30 anni un altro centro di estrazione e quasi 50 km di gasdotto ma ciò che preoccupa maggiormente gli ecologisti è la novità: l’immagazzinamento. Se l’estrazione è limitata nel tempo, lo stoccaggio sarebbe, invece, un’attività di lungo termine.

Le organizzazioni ecologiste iberiche si oppongono ai sondaggi sin dal novembre 2011, ora che il Ministero dell’Ambiente spagnolo ha acceso la luce verde per i sondaggi, il portavoce degli Ecologistas en Acción di Huelva, Juan Romero, spiega come l’Unione Europea abbia il potere di fermare il progetto.

C’è un’altra possibilità ancora: che, una volta effettuati i sondaggi, qualche anello si spezzi nella catena decisionale che partirà dal Consiglio dell’Agricoltura andaluso per arrivare sino al Governo spagnolo. Anche se la crisi continua a mordere. E un Paese in recessione difficilmente subordina l’autonomia energetica al rispetto dell’ambiente.

Via I El Pais

Foto © Getty Images

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultime novità

Animali11 anni ago

Galline ovaiole ancora in gabbia: l’Europa ci mette in mora

All'Italia con altri 19 paesi membri arriverà una bella letterina di messa in mora, ossia una consistente multa per non...

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban, qui giace il protocollo di Kyoto

COP17, una lapide per il protocollo di Kyoto?

EcoComunicazione11 anni ago

Ecogeo l’app della Regione Piemonte geolocalizza servizi per l’ambiente

Una nuova app della Regione Piemonte per iPhone permette di conoscere la localizzazione di ecocentri, punti per l'acqua pubblica, colonnine...

Clima11 anni ago

EEA, la hit delle 191 industrie che inquinano di più l’aria in Europa

L'Agenzia europea per l'Ambiente ha stilato la classifica delle 191 industrie pesanti che inquinano l'aria: tra le italiane al 18esimo...

Animali11 anni ago

Bravo Napolitano che nomina Jane Goodall Grande Ufficiale della Repubblica Italiana

la signora delle scimmie jane goodall è stata nominata grande ufficiale della repubblica italiana dal presidente giorgio napolitano

Associazioni11 anni ago

Durban, Greenpeace spedisce una cartolina a Clini dal caos climatico

Una cartolina a Clini dal caos climatico

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban: si discute di Kyoto o di economia?

protocollo di kyoto e cambiamenti climatici a Durban, ma si discute anche di economia delle emissioni

Inquinamento11 anni ago

Regione Puglia: i rifiuti saranno bruciati da nuovi inceneritori

sei nuovi impianti per l'incenerimento in Puglia, la regione sembra abbandonare ogni progetto di raccolta differenziata e riciclo

Foto & video11 anni ago

Natale, luminarie a LED sugli Champs-Elysées alimentate dal fotovoltaico

Miracolo del risparmio energetico e estetico sugli Champs-Elysées a Parigi per le luminarie natalizie

Politica11 anni ago

A Bari le Cartoniadi e a Capannori la Tia personalizzata: guadagnare soldi dai rifiuti

i comuni si attrezzano per guadagnare soldi dai rifiuti, coinvolgendo i cittadini in un araccolta differenziata molto intensa