Seguici su

Inquinamento

Navi europee smantellate in Asia, materiali tossici compresi

Ogni anno centinaia di navi europee sono inviate nei cantieri di demolizione in Asia, dove i lavoratori sottopagati sono esposti a sostanze tossiche ed eslposive. Anche l’ambiente è fortemente minaccaito da un pesante inquinamento.

Come ben diceva Barry Commoner nella seconda legge dell’ecologia, ogni cosa deve finire da qualche parte. E’ quello che accade alla vecchie navi merci europee che vengono spedite a spiaggiarsi a basso costo in improvvisati cimiteri sulle coste dell’Asia, soprattutto a Gadani  in Pakistan e Chittagong in Bangla Desh (da cui provengono le immagini nella gallery).

Secondo la denuncia della ong Shipbreakingplatform, l’Europa si è disfatta così di 365 navi, il 75% che nel 2011. Il record spetta alla Grecia, con 167 natanti, seguita dalla Germania (48), Gran Bretagna (30) e Norvegia (23). Persino la Svizzera ha demolito 23 navi, tramite la compagnia di crociere e trasporti MSC.

In Asia le navi possono vengono smontate pezzo per pezzo ed i materiali recuperati. I lavoratori pagati 4 dollari al giorno e senza adeguate protezioni operano in presenza di materiali tossici come l’amianto (isolamento delle sale macchine), metalli pesanti (vernici e batterie), residui di idrocarburi (esplosivi e/o carcinogeni) e il micidiale veleno TBT (tribulitina), usato sulle superfici esposte all’acqua per evitare incorstazioni e colonizzazione di organismi marini.

Tutto ciò ha un pesante impatto sulla salute dei lavoratori, a rischio di esplosioni e di contaminazioni, e dell’ambiente, fortemente inquinato. Dalle coste del Bangladesh in prossimità di Chittagong sono sparite 21 specie di pesci e crostacei e ogni anno vengono  abbattute decine di migliaia di mangrovie delle foreste costiere  per fare posto a nuovi canieri di demolizione.

La situazione, se possibile potrebbe ancora peggiorare, perchè circolano voci che l’Unione Europea stia tentando di esonerare le navi merci dalla convenzione di Basilea, che regola la movimentazione e lo smaltimento internazionale di sostanze tossiche e pericolose.

Se così fosse, sarebbe possibile spedire all’estero una nave carica di amianto, mentre attualmente non è possibile esportarne una singola cassa. Come nel caso della folle diga etiopica, possiamo fare sentire la nostra voce, firmando la petizione rivolta alle Nazioni Unite, per chiedere di smettere di demolire le navi lungo le spiagge. Dopotutto la storia ci insegna che ogni firma ed ogni opinione ha contato per migliorare il mondo.

Chittagong, Bangladesh
Cimiteri di navi in Pakistan e Bangladesh Chittagong, Bangladesh Chittagong, Bangladesh Chittagong, Bangladesh Gadani, Pakistan Gadani, Pakistan Gadani, Pakistan Gadani, Pakistan Gadani, Pakistan

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultime novità

Animali11 anni ago

Galline ovaiole ancora in gabbia: l’Europa ci mette in mora

All'Italia con altri 19 paesi membri arriverà una bella letterina di messa in mora, ossia una consistente multa per non...

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban, qui giace il protocollo di Kyoto

COP17, una lapide per il protocollo di Kyoto?

EcoComunicazione11 anni ago

Ecogeo l’app della Regione Piemonte geolocalizza servizi per l’ambiente

Una nuova app della Regione Piemonte per iPhone permette di conoscere la localizzazione di ecocentri, punti per l'acqua pubblica, colonnine...

Clima11 anni ago

EEA, la hit delle 191 industrie che inquinano di più l’aria in Europa

L'Agenzia europea per l'Ambiente ha stilato la classifica delle 191 industrie pesanti che inquinano l'aria: tra le italiane al 18esimo...

Animali11 anni ago

Bravo Napolitano che nomina Jane Goodall Grande Ufficiale della Repubblica Italiana

la signora delle scimmie jane goodall è stata nominata grande ufficiale della repubblica italiana dal presidente giorgio napolitano

Associazioni11 anni ago

Durban, Greenpeace spedisce una cartolina a Clini dal caos climatico

Una cartolina a Clini dal caos climatico

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban: si discute di Kyoto o di economia?

protocollo di kyoto e cambiamenti climatici a Durban, ma si discute anche di economia delle emissioni

Inquinamento11 anni ago

Regione Puglia: i rifiuti saranno bruciati da nuovi inceneritori

sei nuovi impianti per l'incenerimento in Puglia, la regione sembra abbandonare ogni progetto di raccolta differenziata e riciclo

Foto & video11 anni ago

Natale, luminarie a LED sugli Champs-Elysées alimentate dal fotovoltaico

Miracolo del risparmio energetico e estetico sugli Champs-Elysées a Parigi per le luminarie natalizie

Politica11 anni ago

A Bari le Cartoniadi e a Capannori la Tia personalizzata: guadagnare soldi dai rifiuti

i comuni si attrezzano per guadagnare soldi dai rifiuti, coinvolgendo i cittadini in un araccolta differenziata molto intensa