Cyclopride a Milano e Napoli: in bicicletta per rivendicare gli spazi dei ciclisti urbani

Doppio appuntamento con la pedalata di rivendicazione degli spazi di ciclabilità urbana. È aperta a tutti ed è gratuita

In attesa del classico Bike Pride torinese di domenica 26 maggio, l’orgoglio delle due ruote contagia due altre metropoli con la prima edizione del Cyclopride che si svolgerà domenica 12 maggio in concomitanza con il Global Bike Day.

La passeggiata ecologica si terrà a Milano (dove sabato scorso la manifestazione per la Mobilità nuova ha radunato 50mila persone) e a Napoli: un evento che non si rivolge soltanto ai ciclisti che utilizzano quotidianamente le due ruote, ma anche a chi vorrebbe abbandonare la macchina ma non si sente sicuro in un traffico a misura di automobilista.

In un decennio il panorama è mutato: dalle prime timide pedalate di massa critica il fenomeno è esploso e nella crisi economica ha trovato terreno fertile per espandersi ulteriormente. All’aumento vertiginoso di chi sceglie la bicicletta per muoversi in città fa eco un totale stallo delle amministrazioni comunali che a causa della crisi hanno bloccato l’implementazione delle piste ciclabili, dopo il forte impulso del decennio 2000-2010.

L’evento di Milano e Napoli è sostenuto da Rilegno, Corepla, Cial, RiCrea, Comieco e Coreve, aziende che fanno parte del mondo del riciclo è che si sono unite per dare una direzione alla crescente esigenza, da parte dei cittadini, di una mobilità e di un ambiente sostenibili.

Per iscriversi gratuitamente alla manifestazione è sufficiente recarsi ai banchetti del Cyclopride prima della partenza (fissata per le 09:30 a Milano in piazza del Cannone e per le 08:30 a Napoli in piazza del Plebiscito). Lì si potrà ritirare un sacco-gita con pettorina, merende, istruzioni e consigli per l’uso della bicicletta e anche un libretto sulla bici dedicato ai più piccoli.

Via | Cyclopride

Foto | Davide Mazzocco

 

  • shares
  • Mail