Ilva di Taranto, l'azienda: "ottemperato a 78 delle 94 prescrizioni Aia"

Nella seconda relazione trimestrale presentata al garante per l'applicazione dell'Aia il colosso siderurgico Ilva sostiene di aver ottemperato a 78 delle 94 prescrizioni.

La seconda relazione trimestrale contenente un aggiornamento dello stato di attuazione degli interventi strutturali e gestionali è stata presentata da Ilva Spa al garante per l'applicazione dell'Aia Vitaliano Esposito: il documento, di 91 pagine, prende come periodo di riferimento dal 27 gennaio al 27 aprile 2013, e fa presente di aver ottemperato a 78 delle 94 prescrizioni contenute nel decreto di riesame Aia.

Nel documento, trasmesso anche al Ministero dell'Ambiente, a Ispra, alla Regione Puglia, ai comuni di Taranto e Statte, alla Provincia di Taranto ed all'Arpa Puglia, si parla anche dei quattro progetti possibili per la copertura dei parchi minerali dell’Ilva.

I progetti fanno capo alle società Paul Wurth, Cimolai, Semat e Anmar ed hanno lo scopo, previsto proprio dall'Aia, di contenere la diffusione delle polveri minerali a seguito della movimentazione delle materie prime.

Ilva ha inoltre trasmesso una relazione contenente le indicazioni sui terreni destinati agli interventi; Ilva sostiene di aver inoltrato, il 28 gennaio scorso,

al Comune di Taranto l’istanza per l’ottenimento dei permessi a costruire delle coperture dei depositi dei parchi Omo e Nord Coke di cui ancora non si dispone dell’autorizzazione a costruire. Per tali interventi sono state completate le indagini geotecniche.

Sono inoltre ripresi i lavori per le barriere frangivento, che dovrebbero evitare la dispersione delle polveri verso il quartiere Tamburi dai parchi e dai camini dell'impianto: l'intervento sarebbe, secondo Ilva

transitorio sino alla realizzazione delle coperture dei parchi.

Il cronoprogramma dunque, stando al contenuto della relazione (consultatelo anche voi qui), sarebbe in lieve ritardo ma procederebbe con regolarità: ieri pomeriggio il neo-ministro dell'Ambiente Orlando ha ricevuto a Roma gli amministratori locali della Regione Puglia, del Comune e della Provincia di Taranto, per parlare del caso Ilva, trattando il contenuto della relazione.

Domani sarà il ministro in persona a recarsi a Taranto.

Via | Ansa

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: