In Francia la fiscalità ecologica a partire dal 2014 entra nel dibattito sulla Finanziaria

I deputati francesi hanno presentato una risoluzione per una fiscalità ecologica da introdurre nella finanziaria 2014.

Ieri in Francia i deputati hanno presentato una risoluzione per chiedere che nella Finanziaria 2014 sia introdotta una fiscalità ecologica progettata dall'ex ministro per l'Ecologia Nicole Bricq poi sostituita (si dice per pressioni delle lobby del petrolio) da Delphine Batho. Il testo è stato proposto da Jean-Paul Chanteguet, presidente (PS) della Commissione sullo sviluppo sostenibile e che include la tassazione sul diesel e l'introduzione di una tassazione che sarà graduale nel tempo sul carbone.

Questi nuovi prelievi dovranno essere chiari, stabili, prevedibili e progressivi e sostanzialmente la stangata riguarda il diesel.

Il ministro Batho ha dichiarato a Le Figaro:

La Francia è al penultimo posto in Europa per la fiscalità ecologica. Noi vogliamo mettere in piedi una fiscalità ecologia che incentivi e non aumenti la pressione fiscale.

Per ora però siamo ancora al dibattito perché Batho non ha dichiarato ancora alcun impegno.

Via | Bioaddict

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail