T_essere_territorio, arte, natura e nuove tecnologie si incontrano

Dal 10 al 12 luglio 2015, nell’ambito di MontagnaFEST, l’Associazione +vicino presenta T_essere_territorio, un ricco progetto cross-mediale di riscoperta dell’ambiente naturale e delle tradizioni del biellese che mette insieme danza, arte contemporanea, video-arte, nuove tecnologie e immersione nella natura

6_t_essere_foto_ewagleisner.jpg

Dal 10 al 12 luglio 2015, nell’ambito di MontagnaFEST, l’Associazione +vicino presenta T_essere_territorio, un’iniziativa inserita nell’ampio cartellone del Festival Torino e le Alpi, che raccoglie i 12 progetti vincitori del bando culturale della Compagnia di San Paolo dedicato alla scoperta di una montagna “diversa”, nuova, creativa e dinamica.

Questo ricco progetto cross-mediale di riscoperta dell’ambiente naturale e delle tradizioni del biellese, mette insieme danza, arte contemporanea, video-arte, nuove tecnologie e immersione nella natura per una tre giorni di workshop e performance in due location davvero straordinarie in provincia di Biella: la riserva naturale del Parco della Burcina e il fiabesco Lago del Mucrone, a 1900 metri di altitudine nella conca di Oropa.

Il progetto nasce da una riflessione sulla crisi economica e sociale che stiamo attraversando e, nello specifico, sulle sue conseguenze sul territorio biellese. I tre workshop propongono tre diversi approcci per riscoprire il rapporto fra ambiente naturale e contemporaneità.

L’artista e performer biellese Gigi Piana e la danzatrice e coreografa Gabriella Maiorino (da molti anni olandese d’adozione aiuteranno a riscoprire il contatto con la natura, andando contemporaneamente alla ricerca di quella “memoria del corpo” in cui sono sedimentati i gesti della tradizione e del lavoro di una volta.

Il collettivo romano di artisti digitali Quiet Ensemble proporrà invece un laboratorio teorico-pratico sull’uso creativo del linguaggio video, finalizzato alla realizzazione di “cartoline digitali”: vere è proprie opere di video-arte per rivedere il territorio e rileggere i luoghi in cui viviamo.

Infine, per gli amanti delle nuove tecnologie e per i neofiti curiosi di sperimentarne le potenzialità, l’artista multimediale Rajan Craveri e il musicista Riccardo Giovinetto, in collaborazione con gli artigiani digitali del Fablab di Biella, sperimenteranno un inedito progetto di sonificazione degli alberi secolari del Parco della Burcina, attraverso l’uso di Arduino, la scheda elettronica open source che ha dato impulso al movimento dei maker.

Il costo di ogni Workshop è di 45 euro, con uno sconto del 20% per i gruppi. Per informazioni e iscrizioni si può scrivere a ass.piuvicino@gmail.com oppure telefonare al 331.6527431

1_t_essere_foto_ewagleisner.jpg

Foto | Ufficio stampa

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail