I prodotti cosmetici senza parabeni: l'elenco e come riconoscerli nell'INCI

Alcuni parabeni sono stati vietati. Come riconoscere dall’INCI i prodotti e i cosmetici senza questi elementi chimici

I parabeni sono conservanti chimici usati in prodotti quali creme, shampoo, saponi, bagnoschiuma, deodoranti, cosmetici, tabacco, alimenti e medicinali. Alle volte vengono anche impiegati come additivi nei cibi.

Ammessi fino al 2014, in seguito a ricerche scientifiche, la legge italiana ne ha vietati alcuni a partire dal 2014: Isopropylparaben, Isobutylparaben, Phenylparaben, Benzylparaben, Pentylparaben. Altri parabeni sono ancora utilizzabili: Metilparabene (E218, E219) e Propilparabene (E216), ma anche Butilparabene, Etilparabene (E214), Calcium parabene, Sodium parabene, Potassium parabene.

L'unico modo per verificare prodotti cosmetici senza parabeni consiste nel leggere l'etichetta e l'INCI International Nomenclature for Cosmetic Ingredients, ossia gli ingredienti usati che vanno in ordine decrescente. E i parabeni hanno questi nomi indicati in etichetta: methylparaben, ethylparaben, propylparaben, isobutylparaben, butylparaben, e benzylparaben.

Alcuni parabeni sono stati vietati a causa degli effetti dannosi sulla salute: gli effetti indesiderati più tenuti sono quelli che riguardano la loro capacità di agire come interferenti endocrini. Secondo alcuni studi (fra cui quello dell'Università di Reading che ha scoperto parabeni in 18 casi di tumore al seno su 20) quest'azione, potrebbe provocare l'alterazione della funzionalità tiroidea, del sistema riproduttivo, sviluppo prematuro del seno, nonchè deficit di attenzione ed iperattività nei bambini.

Foto | TMNews

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: