E-Bike

Le E-bike sono bici elettriche a pedalata assistita, dotate di un motore centrale che si attiva quando inizia la pedalata, si interrompe quando vi sono le frenate, lasciando alle gambe del ciclista il compito di essere il motore principale.

Le e-bike non possono quindi essere paragonate ai ciclomotori leggeri, perché non usufruiscono di un sistema di propulsione indipendente, ma sono soltanto di supporto per ridurre la fatica del ciclista: le e-bike sono quindi biciclette a tutti gli effetti. Secondo la normativa in Italia le e-bike sono classificate come velocipedi e quindi non sono sottoposte all'obbligo di targa e assicurazione, come indicato dall'art. 50 del Codice della Strada che indica:

1. 1. I velocipedi sono i veicoli con due ruote o più ruote funzionanti a propulsione esclusivamente muscolare, per mezzo di pedali o di analoghi dispositivi, azionati dalle persone che si trovano sul veicolo; sono altresì considerati velocipedi le biciclette a pedalata assistita, dotate di un motore ausiliario elettrico avente potenza nominale continua massima di 0,25 KW la cui alimentazione è progressivamente ridotta ed infine interrotta quando il veicolo raggiunge i 25 km/h o prima se il ciclista smette di pedalare.

Il motore è elettrico e trae energia dalle batterie ricaricabili, la cui autonomia varia in base al tipo di percorso, alla velocità ma anche il peso del ciclista.

Esistono molti modelli di e-bike: sebbene siano nate come bici da città o da passeggio, sul mercato sono arrivate anche le e bike mtb e le bici elettriche da trekking, andando così a offrire una vasta gamma da scoprire per capire quale scegliere, leggere le recensioni per capire qual'è la migliore con il rapporto qualità prezzo più adatto alle esigenze di ognuno.