Ambiente, Orlando: “Italia consuma il quadruplo delle risorse disponibili”

Nel nostro Paese il consumo ambientale è quadruplo rispetto alla disponibilità delle risorse, ecco perché risparmio energetico e politiche green diventano fondamentali

Un Paese che vive al di sopra delle proprie possibilità. È questo il ritratto “ambientale” fatto dal ministro Andrea Orlando alla luce del rapporto GreenItaly presentato da Unioncamere insieme alla Fondazione Symbola. Il titolare del dicastero dell’Ambiente – con il portafoglio più povero fra tutti i ministeri, appena 468 milioni di euro – ha spiegato come sia difficile immaginare un’uscita dalla crisi senza una scommessa forte sull’ambiente.

Il risparmio energetico (coerente con le direttive europee sull’efficienza) e la necessità dell’implementazione delle politiche green rappresentano sempre di più una strada obbligata:
L'Italia è un Paese che consuma quattro volte le risorse ambientali di cui dispone, per cui non potrà competere sulle quantità ma dovrà farlo soprattutto sulla capacità di utilizzare meglio le risorse di cui dispone. L'Italia green lo sta già facendo e ha dimostrato di riuscire meglio in questo modo a resistere alla crisi e a intercettare la ripresa,

ha detto Orlando durante la presentazione di GreenItaly.

I numeri del rapporto sono confortanti: in Italia i green jobs sono circa 3 milioni, mentre le aziende del settore che hanno deciso di investire sulle tecnologie green per ridurre l’impatto ambientale e risparmiare energia sono 328mila, pari al 22% del totale. Fra i settori che maggiormente hanno investito nel “green” ci sono l’industria alimentare, l’agricoltura, il settore dei mobili e del legno, la fabbricazione di macchine e attrezzature, l’abbigliamento, le calzature.

L’appuntamento per fare il punto sui numeri del settore è nei prossimi giorni, con la Ecomondo, in programma alla Fiera di Rimini dal 6 al 9 novembre.

Foto © Getty Images

  • shares
  • Mail