L'albero di Natale Ikea 2013 per il WWF dona 2 euro per l'Oasi Cratere degli Astroni

Ikea stringe un accordo di solidarietà con il WWF e devolve 2 euro alla Riserva degli Astroni Oasi naturale nel cuore di Napoli


Restituire quest'anno l'albero di Natale acquistato Ikea porterà nelle casse del WWF 2 euro a pezzo per sostenere l'Oasi degli Astroni. Inoltre, se i clienti vorranno, potranno aggiungere altri 2 euro che saranno scalati dal buono accumulato alla restituzione dell'albero. Infatti, come ogni anno Ikea propone per l'albero di Natale la formula del noleggio, ossia è possibile portare a casa a fronte di una spesa di 14,99 euro un albero Picea abies dell'altezza di circa 1,40 mt. Riconsegnando questo albero tra il 4 e il 12 gennaio 2014 assieme allo scontrino si riceve un buono di pari importo da spendere nei negozi Ikea dal 13 gennaio al 2 febbraio 2014 e Ikea per ogni scontrino donerà 2 euro a cui ognuno potrà aggiungere volontariamente altri 2 euro che saranno scalati dal totale complessivo.

Lo scorso anno Ikea condivise con WWF il sostegno all'Orso Bruno Marsicano mentre per quest'anno il progetto comune riguarda l'Oasi del Cratere degli Astroni Riserva Naturale dello Stato di e epoca borbonica e unica: all'interno del cratere di un vulcano si trova una delle ultime foreste con macchia mediterranea a farnia oramai presenti nell'Italia meridionale. L'area è particolarmente fragile e soggetta a crolli degli alberi vetusti e dunque con la donazione si supporteranno le attività volte a un piano di conservazione per tenere il bosco in buona salute assieme alle tante specie animali che vi abitano.

Veniamo alla formula del noleggio dell'albero di Natale con cui Ikea ha raccolto e restituito 150 mila alberi trasformati o in fertilizzanti o in pannelli truciolari. Nel 2012 oltre il 50% degli alberi è stato restituito e il 33% dei clienti ha deciso di donare i 2 euro aggiuntivi portando al WWF 47 mila euro destinati alla tutela dell'Orso Bruno Marsicano.

Infine, veniamo alle polemiche che il colosso svedese dell'arredamento di design low cost solleva per l'uso massiccio del legno. Lo scorso anno una petizione firmata da 180 mila persone chiedeva a Ikea di sospendere la distruzione delle foreste. E molte polemiche ruotano intorno al sistema di certificazione del legno FSC non garantirebbe il totale rispetto della sostenibilità del legname.

Foto | Phlegrean su Flickr

  • shares
  • Mail