Riciclo creativo con i pallet: l'albero di Natale in stile shabby chic

Il riciclo dei pallet si sta rivelando una soluzione pratica economica, ecologica e di tendenza per arredare casa, ufficio o le vetrine di un negozio investendo pochi euro

Albero di Natale con i pallet

Gli imballaggi di legno usati si stanno rivelando originali e economici jolly per l'arredamento low-cost e dell'eco-design in chiave shabby chic, ossia quell'elegante ma un po' trasandato che ben si sposa con gli elementi sostenibili, ecologici e etici dell'arredamento di riciclo seppur creativo.

Il perché è presto detto: gli imballaggi in legno usati sono resistenti e hanno dimensioni standard il che li ha resi simpatici a architetti e designer e dunque casse e cassette, bobine e pallet sono diventati i protagonisti di molte geniali soluzioni per l'arredamento.

Albero di Natale con i pallet

L'albero di Natale fatto con i pallet è probabilmente l'esempio più cliccato in questi giorni, ma c'è chi si è costruito una panchina con i pallet, la casa con i pallet e anche una chitarra mentre Ikrea ha messo on line ben 25 progetti.

Nel merito sono nate alcune attività di riciclo solidale proprio dagli stessi produttori di pallet che recuperano direttamente gli scarti della produzione, come nel caso di Palm W&P (Palm work and project) una Onlus che crea arredo ecologico con il pallet donato. Altro esempio è Gava imballaggi che progetta e costruisce arredamento per uffici e spazi fieristici con legno proveniente da pallet e che ha presentato Orto Box l'orto da balcone smontabile con il kit Giardino delle farfalle ossia una serie di semi di piante partcolarmente amate dalle farfalle nato in collaborazione con gli entomologi dell’Università di Bologna.

In alcuni casi il pallet va preparato prima di essere utilizzato e on line si trovano progetti che diffondono il sistema dell'autocostruzione condividendo i progetti, il che è possibile grazie alle misure standard.

Il riciclo creativo degli imballaggi di legno in oggetti per l'arredamento sta dunque diventando una consuetudine che sta superando anche la stessa moda. Ma che fine fatto tutti quegli imballaggi in legno che non capitano nelle mani operose di un attento riciclatore? Li prende in carico Rilegno, il Consorzio nazionale per la raccolta, il recupero e il riciclaggio degli imballaggi di legno che aderisce al Conai (Consorzio Nazionale Imballaggi).

Rilegno si occupa della raccolta, recupero e riciclo degli imballaggi di legno in Italia salvando dalla discarica ogni anno 1 milione 500 mila tonnellate di rifiuti legnosi che rinascono sotto forma di pannelli truciolari - ossia base per nuovi mobili e complementi di arredo - fogli di pasta cellulosica inviata alle cartiere, blocchi di legno-cemento per la bioedilizia o compost. Infine una parte dei rifiuti in legno viene bruciato per produrre energia.

Foto | Shelby Novel su Pinterest, The Garden Glove su Pinterest, Carol Huhn su Pinterest, Mindy su Pinterest, Andrea Hauger su Pinterest, Rebecca Newman su Pinterest, Katerina Marmara su Pinterest, Mary Thurman su Pinterest, Eric Hollenquest su Pinterest

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: