L'influenza del sole sul clima terrestre del passato è minore di quanto si pensasse

Una ricerca dell'Università di Edinburgo mostra che il ruolo dell'attività solare nel clima degli ultimi mille anni è stato minore di quanto si pensasse finora: vulcani (nel passato) e CO2 (oggi) hanno influito molto di più.


Antico mosaico raffigurante il sole a Wat Xieng Thong, Laos.

Quanto è importante il sole per il clima terrestre? La bassa attività solare durante il minimo di Maunder è stata collegata alla Piccola Era Glaciale (1450-1850), mentre un maggiore irraggiamento potrebbe avere contribuito alla cosiddetta Anomalia Climatica Medioevale (950-1250)

Tuttavia uno studio pubblicato da poco su Nature mostra che la rilevanza del sole nelle variazioni climatiche è minore di quanto si fosse immaginato fino ad ora.

Nello studio gli autori hanno confrontato delle simulazioni che prevedevano influenze più o meno rilevanti dellattività solare con la ricostruzione delle temperature dell'ultimo millennio. (1)  Il modello che usa una più forte influenza solare (verde) è meno in accordo con i dati sperimentali (blu) rispetto a quello con un'influenza minore (rosso) soprattutto tra il 1000 e il 1200.

Concludono gli scienziati:

Abbiamo trovato che né un alto valore del forcing solare nè un forte effetto climatico di quel forcing si accordano con le ricostruzioni di temperatura. Concludiamo invece che il forcing solare ha avuto un effetto minore sul clima dell'emisfero nord negli ultimi mille anni, mentre le eruzioni vulcaniche e i cambiamenti nelle concentrazioni di gas serra sembrano avere la maggiore influenza in questo periodo.

Insomma, il sole c'entrava poco anche nel periodo pre-industriale.

(1) Poichè non sono disponibili misurazioni dirette, la temperatura del passato viene ricostruita usando dei proxy, come la larghezza degli anelli degli alberi, la temperatura del sottosuolo, i ghiacciai e il rapporto tra O18 e O16. Vedi anche Il periodo più caldo degli ultimi 11000 anni.

  • shares
  • Mail