Seguici su

Scienza

Gli europei del Mesolitico? Avevano gli occhi azzurri e la pelle scura

L’importante scoperta del gruppo dell’Istituto di Biologia Evolutiva di Barcellona guidato da Carles Lalueza-Fox potrebbe spostare l’evoluzione di alcune caratteristiche fenotipiche dal Mesolitico al Neolitico

La scoperta fatta di recente dall’Istituto di Biologia Evolutiva di Barcellona e pubblicata sull’ultimo numero di Nature, permette di disegnare un ritratto degli europei del Mesolitico, il periodo preistorico che segue il Paleolitico e precede il Neolitico, quello nel quale la sopravvivenza era garantita dalla caccia (pesca inclusa) e dalla raccolta di alimenti.

Il team di lavoro guidato da Carles Lalueza-Fox ha analizzato il Dna dello scheletro maschile ritrovato nella grotta di La Braña-Arintero, nella provincia di León. Le analisi effettuate sui reperti ossei, risalenti presumibilmente a 7000 anni fa, hanno evidenziato come il cacciatore-raccoglitore della Penisola Iberica fosse geneticamente lontano dalle attuali popolazioni del Sud Europa, avendo, invece, molti punti di contatto con gli europei del Nord (svedesi e finlandesi, per esempio).

La pigmentazione della pelle dell’uomo di La Braña era prevalentemente scura, così come i suoi capelli (castani o neri), ma era portatore di una mutazione che noi umani moderni potremmo tradurre negli occhi azzurri. Secondo Carles Lalueza-Fox, la pelle degli europei si sarebbe schiarita più tardi rispetto a quanto si è sempre pensato: non nel Mesolitico, ma nel Neolitico. Fino ad oggi si era ipotizzato che fossero state le basse radiazioni Uv delle alte latitudini a schiarire il colore della pelle, ma se questa tappa evolutiva si è verificata più tardi, i fattori evolutivi potrebbero essere altri: per esempio la riduzione della vitamina D negli agricoltori, rispetto ai cacciatori.

I ricercatori, infatti, hanno scoperto che il cacciatore-raccoglitore di La Braña non era geneticamente preparato a una dieta ricca di amido, ma era anche intollerante al lattosio. Queste due caratteristiche si sono sviluppate più tardi e, dunque, la storia delle mutazioni fenotipiche potrebbe subire un’importante svolta dalla scoperta finita sulle pagine di Nature. In sostanza gli uomini situati nell’attuale Europa sarebbero diventati bianchi più tardi.

Via | Nature

Video | Youtube

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultime novità

Animali11 anni ago

Galline ovaiole ancora in gabbia: l’Europa ci mette in mora

All'Italia con altri 19 paesi membri arriverà una bella letterina di messa in mora, ossia una consistente multa per non...

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban, qui giace il protocollo di Kyoto

COP17, una lapide per il protocollo di Kyoto?

EcoComunicazione11 anni ago

Ecogeo l’app della Regione Piemonte geolocalizza servizi per l’ambiente

Una nuova app della Regione Piemonte per iPhone permette di conoscere la localizzazione di ecocentri, punti per l'acqua pubblica, colonnine...

Clima11 anni ago

EEA, la hit delle 191 industrie che inquinano di più l’aria in Europa

L'Agenzia europea per l'Ambiente ha stilato la classifica delle 191 industrie pesanti che inquinano l'aria: tra le italiane al 18esimo...

Animali11 anni ago

Bravo Napolitano che nomina Jane Goodall Grande Ufficiale della Repubblica Italiana

la signora delle scimmie jane goodall è stata nominata grande ufficiale della repubblica italiana dal presidente giorgio napolitano

Associazioni11 anni ago

Durban, Greenpeace spedisce una cartolina a Clini dal caos climatico

Una cartolina a Clini dal caos climatico

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban: si discute di Kyoto o di economia?

protocollo di kyoto e cambiamenti climatici a Durban, ma si discute anche di economia delle emissioni

Inquinamento11 anni ago

Regione Puglia: i rifiuti saranno bruciati da nuovi inceneritori

sei nuovi impianti per l'incenerimento in Puglia, la regione sembra abbandonare ogni progetto di raccolta differenziata e riciclo

Foto & video11 anni ago

Natale, luminarie a LED sugli Champs-Elysées alimentate dal fotovoltaico

Miracolo del risparmio energetico e estetico sugli Champs-Elysées a Parigi per le luminarie natalizie

Politica11 anni ago

A Bari le Cartoniadi e a Capannori la Tia personalizzata: guadagnare soldi dai rifiuti

i comuni si attrezzano per guadagnare soldi dai rifiuti, coinvolgendo i cittadini in un araccolta differenziata molto intensa