Seguici su

Agricoltura

Il super toro Belgian Blue non è OGM ma una bufala della rete che fa disinformazione

Gli OGM sono un argomento serio e a tratti anche preoccupante e l’informazione che se ne occupa deve fornire notizie oneste, vere e verificabili. Il toro razza Blue Belgian non è OGM bensì frutto di circa 300 anni di selezioni naturali.

[blogo-video provider_video_id=”Nmkj5gq1cQU” provider=”youtube” title=”Meet the Super Cow” thumb=”” url=”http://www.youtube.com/watch?v=Nmkj5gq1cQU”]

Un super toro come un atleta di body building, con una muscolatura eccessiva e priva di grassi e per questo apprezzato per la qualità delle sue carni sta facendo impazzire il web nonostante questo filmato del National Geographic risalga al 2008. Gli esemplari di Belgian Blue sono frutto della selezione genetica naturale iniziata in Belgio nel 1808 seguendo le 3 leggi di Gregor Mendel.

Il moderno Belgian Blue è il risultato di intensi programmi di allevamento e incroci effettuati dal 1950 in poi con il risultato di avere una razza di bovini che presenta una muscolatura doppia rispetto alle razze più comuni. La ragione di questo sviluppo muscolare estremo risiede nella mutazione di uno dei geni che presiede la miostatina che non viene regolarmente fermata e che procede all’accrescimento abnorme della muscolatura di questo animale. La razza ha avuto origine dall’incrocio di bovini locali Shorthorn con bovini provenienti dal Regno Unito e probabilmente con bovini Charolais. Il risultato è un aumento del numero di fibre muscolari su una struttura ossea che però resta quella di un bovino normale. Il Blue è apprezzato per la sua altissima resa di carne magra sebbene sia discutibile l’economia relativa all’allevamento in quanto presenta una serie di complicazioni come la difficoltà per le femmine ad avere parti naturali e la necessità di nutrirsi di mangimi ricchi di proteine.

Questi animali richiedono cure molto attente e non possono essere introdotti negli allevamenti intensivi, quindi restano sostanzialmente un prodotto di nicchia per chi intende spendere tanti soldi. Detto ciò specifico che dunque non sono animali OGM come ad esempio il super salmone OGM americano dove l’ingegneria genetica ha selezionato un gene responsabile della crescita per avere un salmone più grande nella metà del tempo. Sostanzialmente gli interventi OGM umani sugli animali intendono sempre raddoppiare la crescita in tempi dimezzati e ciò per avere più carne a disposizione nel minor tempo possibile, sempre in virtù di una ulteriore intensificazione degli allevamenti già intensivi.

Cosa sono gli OGM

Discorso a parte a questo punto meritano gli OGM xche sono Organismi geneticamente modificati attraverso tecniche di ingegneria genetica. Lo sono anche gli animali e le piante che subiscono una selezione genetica naturale. Perché gli OGM sono diversi? Perché in natura, anche con la selezione naturale non sarebbe mai possibile innestare un pezzetto di gene di un animale o di un batterio in una pianta o viceversa. Dario Bressanini sostenitore degli OGM spiega le storture della disinformazione in merito e che, aggiungo io, non fanno altro che sostenere il gioco delle multinazionali interessate a gestire i preziosi patrimoni genetici di piante e animali.

Perché OGM no. Perché sono prodotti nuovi di cui non conosciamo gli effetti sulla salute umana e sul Pianeta. Il che ci porterebbe a andarci cauti ma gli interessi economici in gioco sono tanti e non sempre interessa a chi gestisce i brevetti sapere poi che ci possono essere conseguenze sulla salute delle persone.

Infine, per completezza di informazione aggiungo che il neo ministro per l’Ambiente Gianluca Gallucci braccio destro di Pierferdinando Casini qualche giorno fa ha annunciato dalle pagine del sito del MinAmbiente:

Il tema OGM è delicato e controverso: per questo motivo è necessario un quadro legislativo chiaro che soddisfi pienamente l’Italia e tutti gli Stati membri dell’Unione Europea. Siamo dunque favorevoli alla riapertura della discussione che permetta di trovare un equilibrio tra il mantenimento del sistema di autorizzazione UE, basato su valutazione scientifica di rischi sanitari e ambientali e l’esigenza di garantire agli Stati la possibilità di vietare la coltivazione di OGM alla luce delle specifiche caratteristiche sul territorio.

Intanto in Friuli preparano la seconda semina di mais OGM Mon810 considerato che il primo raccolto è andato a buon fine con anche il riconoscimento di un risarcimento per il decreto anti OGM del 2010.

Nota: Chiedo anticipatamente scusa se le precisazioni in merito alla definizione di OGM non possano poi risultare corrette e senza usare concetti e spiegazioni altamente scientifiche prego i lettori di suggerirne di semplici e comprensibili a tutti. Grazie.

Via | ANSI OAKState, Depleted Cranium
Foto | Depleted Cranium

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultime novità

Animali11 anni ago

Galline ovaiole ancora in gabbia: l’Europa ci mette in mora

All'Italia con altri 19 paesi membri arriverà una bella letterina di messa in mora, ossia una consistente multa per non...

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban, qui giace il protocollo di Kyoto

COP17, una lapide per il protocollo di Kyoto?

EcoComunicazione11 anni ago

Ecogeo l’app della Regione Piemonte geolocalizza servizi per l’ambiente

Una nuova app della Regione Piemonte per iPhone permette di conoscere la localizzazione di ecocentri, punti per l'acqua pubblica, colonnine...

Clima11 anni ago

EEA, la hit delle 191 industrie che inquinano di più l’aria in Europa

L'Agenzia europea per l'Ambiente ha stilato la classifica delle 191 industrie pesanti che inquinano l'aria: tra le italiane al 18esimo...

Animali11 anni ago

Bravo Napolitano che nomina Jane Goodall Grande Ufficiale della Repubblica Italiana

la signora delle scimmie jane goodall è stata nominata grande ufficiale della repubblica italiana dal presidente giorgio napolitano

Associazioni11 anni ago

Durban, Greenpeace spedisce una cartolina a Clini dal caos climatico

Una cartolina a Clini dal caos climatico

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban: si discute di Kyoto o di economia?

protocollo di kyoto e cambiamenti climatici a Durban, ma si discute anche di economia delle emissioni

Inquinamento11 anni ago

Regione Puglia: i rifiuti saranno bruciati da nuovi inceneritori

sei nuovi impianti per l'incenerimento in Puglia, la regione sembra abbandonare ogni progetto di raccolta differenziata e riciclo

Foto & video11 anni ago

Natale, luminarie a LED sugli Champs-Elysées alimentate dal fotovoltaico

Miracolo del risparmio energetico e estetico sugli Champs-Elysées a Parigi per le luminarie natalizie

Politica11 anni ago

A Bari le Cartoniadi e a Capannori la Tia personalizzata: guadagnare soldi dai rifiuti

i comuni si attrezzano per guadagnare soldi dai rifiuti, coinvolgendo i cittadini in un araccolta differenziata molto intensa