Doodle google per la Primavera: nel 2014 l'equinozio cade il 20 marzo

Oggi è primavera: ma come? non dovrebbe cadere il 21 marzo? In realtà astronomicamente la primavera si ha il 20 marzo o il 21 marzo a seconda degli anni. Ecco perchè

Oggi è l'equinozio di Primavera e cade il 20 marzo e non il 21 marzo quando siamo solitamente abituati a celebrarlo. Ce lo dicono le effemeridi le tabelle astronomiche che indicano il ciclo del movimento dei corpi celesti negli intervalli di tempo predefiniti. L'equinozio di Primavera cadrà con esattezza oggi 20 marzo alle ore 16:45 UTC ora che in Italia corrisponde alle 17:57. In realtà l'equinozio di Primavera può anche cadere il 19 marzo (2044), a seconda degli anni e per il settimo anno consecutivo cade il 20 marzo (ma anche nel 2015, 2016 e 2017): infatti l'ultima volta che è caduto il 21 marzo è stato nel 2007. L'equinozio è un evento ciclico la cui data è legata al moto di precessione, il cui ciclo dura 25.800 anni e che genera la cosìdetta precessione degli equinozi ovvero l'anticipazione progressiva della data a causa del movimento del nostro Pianeta che cambia l'orientamento del suo asse.

equinozi

L'equinozio ci indica l'istante in cui il Sole è tra l’eclittica e l’equatore celeste in un punto chiamato primo punto d'ariete per cui dalla Terra vediamo la nostra stella passare da sud a nord dell'equatore celeste. Dunque le stagioni a cui facciamo riferimento sono astronomiche e sono ovviamente diverse rispetto alle stagioni climatiche a cui siamo abituati. Ad esempio, lo scorso anno la primavera climatica giunse in netto ritardo, ovvero in aprile.

Quest'anno invece la Primavera si è presentata a febbraio in netto anticipo creando non pochi scompigli per le colture che con il caldo improvviso hanno iniziato a germogliare. Ha però poi fatto marcia indietro, ma il danno nei campi è stato fatto.

Avremo con l'equinozio di Primavera 12 ore di giorno e 12 ore di notte? Non proprio, in realtà avremo il Sole che sorge a Est e tramonta a Ovest perfettamente e che a mezzogiorno sarà proprio allo Zenit.

Dunque per parlare correttamente di primavera climatica dovremo in ogni caso aspettare aprile, mese in cui la Natura alle nostre latitudini ci risveglia con il mal di Primavera e l'immancabile fiorire di allergie.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Foto | Christopher Crockett

  • shares
  • Mail