Seguici su

Agricoltura

Firenze, a giugno il primo raccolto della “marijuana di Stato”

A regime la coltivazione a cura dell’Istituto farmaceutico militare di Firenze dovrebbe produrre 1200 piante, per tre raccolti all’anno

Da metà giugno le prime dosi della marijuana prodotta dallo Stato a scopi terapeutici saranno pronte per essere confezionate e distribuite nelle varie regioni italiani. A un mese dall’inizio della coltivazione in serra, le piante sono già alte e forti e all’Istituto farmaceutico militare di Firenze c’è soddisfazione per com’è andata la prima fase, alla quale seguiranno quella di essicazione e quella di confezionamento.

Nella serra – lunga 300 metri – sono state impiantate, fino a questo momento, soltanto 50 piante, perché si è voluto compiere una sorta di esperimento. A regime l’idea è di arrivare a 1200 piante all’anno, capaci di dare tre raccolti all’anno:

Stiamo facendo esperienza, dopo il raccolto ci saranno da condurre accurati controlli di qualità sul prodotto, che sarà di proprietà del ministero della Salute,

ha detto il generale Giocondo Santoni che per l’Agenzia industrie difesa è a capo del business unit farmaceutico.

La cannabis, viste le sue finalità curative, verrà considerata alla stregua di un farmaco e quella prodotta nello stabilimento fiorentino dovrà rispettare un rapporto costante fra il peso e la quantità di principi attivi come thc e cbd, ammissibili in una percentuale fra il 5 e il 6% del totale. La produzione dovrebbe essere di circa un quintale di fiori essiccati all’anno, ma in futuro, con una verosimile crescita della domanda, gli spazi destinati alla coltivazione potrebbero addirittura triplicare.

La marijuana a scopo terapeutico – utilizzata sia come antidolorifico che come rimedio per i problemi neurologici – viene acquistata dalle Regioni, in primis dalla Toscana che, fino a oggi, la acquistava dall’Olanda a un prezzo di 15 euro al grammo. A questo prezzo e se si dovessero rispettare le stime sul raccolto, con un quintale di marijuana made in Firenze il risparmio dell’autoproduzione dovrebbe essere di un milione e mezzo di euro.

Via | Repubblica

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultime novità

Animali11 anni ago

Galline ovaiole ancora in gabbia: l’Europa ci mette in mora

All'Italia con altri 19 paesi membri arriverà una bella letterina di messa in mora, ossia una consistente multa per non...

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban, qui giace il protocollo di Kyoto

COP17, una lapide per il protocollo di Kyoto?

EcoComunicazione11 anni ago

Ecogeo l’app della Regione Piemonte geolocalizza servizi per l’ambiente

Una nuova app della Regione Piemonte per iPhone permette di conoscere la localizzazione di ecocentri, punti per l'acqua pubblica, colonnine...

Clima11 anni ago

EEA, la hit delle 191 industrie che inquinano di più l’aria in Europa

L'Agenzia europea per l'Ambiente ha stilato la classifica delle 191 industrie pesanti che inquinano l'aria: tra le italiane al 18esimo...

Animali11 anni ago

Bravo Napolitano che nomina Jane Goodall Grande Ufficiale della Repubblica Italiana

la signora delle scimmie jane goodall è stata nominata grande ufficiale della repubblica italiana dal presidente giorgio napolitano

Associazioni11 anni ago

Durban, Greenpeace spedisce una cartolina a Clini dal caos climatico

Una cartolina a Clini dal caos climatico

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban: si discute di Kyoto o di economia?

protocollo di kyoto e cambiamenti climatici a Durban, ma si discute anche di economia delle emissioni

Inquinamento11 anni ago

Regione Puglia: i rifiuti saranno bruciati da nuovi inceneritori

sei nuovi impianti per l'incenerimento in Puglia, la regione sembra abbandonare ogni progetto di raccolta differenziata e riciclo

Foto & video11 anni ago

Natale, luminarie a LED sugli Champs-Elysées alimentate dal fotovoltaico

Miracolo del risparmio energetico e estetico sugli Champs-Elysées a Parigi per le luminarie natalizie

Politica11 anni ago

A Bari le Cartoniadi e a Capannori la Tia personalizzata: guadagnare soldi dai rifiuti

i comuni si attrezzano per guadagnare soldi dai rifiuti, coinvolgendo i cittadini in un araccolta differenziata molto intensa