Seguici su

Uncategorized

Il 2015 di Greenpeace

Un video per ricordare un anno di campagne a difesa dell’ambiente

[blogo-video id=”161287″ title=”Il 2015 di Greenpeace” content=”” provider=”askanews” image_url=”http://engine.mperience.net/cdn/static/img/tmnews/20151228_video_12245785.jpg” thumb_maxres=”0″ url=”20151228_video_12245785″ embed=”PGRpdiBpZD0nbXAtdmlkZW9fY29udGVudF9fMTYxMjg3JyBjbGFzcz0nbXAtdmlkZW9fY29udGVudCc+PHNjcmlwdCB0eXBlPSJ0ZXh0L2phdmFzY3JpcHQiIHNyYz0iaHR0cDovL2VuZ2luZS5tcGVyaWVuY2UubmV0L0VuZ2luZVdpZGdldC9zY3JpcHRzL3dpZGdldF8xIj48L3NjcmlwdD48ZGl2IGNsYXNzPSJtcGVfd2lkZ2V0IiBkYXRhLW1wZT0ndHlwZT1wbGF5ZXJ8YXBwSWQ9MTl8dGFyZ2V0SWQ9MjAxNTEyMjhfdmlkZW9fMTIyNDU3ODV8cGxheWVyT3B0aW9ucz17ImF1dG9wbGF5Ijoibm9uZSIsImFkdlVSTCI6Imh0dHA6Ly9vYXMucG9wdWxpc2VuZ2FnZS5jb20vMi92aWRlby5ibG9nby5pdC9hc2thbmV3cy9wbGF5ZXJAeDUwIiwidXNlSW1hU0RLIjp0cnVlfSc+PC9kaXY+PHN0eWxlPiNtcC12aWRlb19jb250ZW50X18xNjEyODd7cG9zaXRpb246IHJlbGF0aXZlO3BhZGRpbmctYm90dG9tOiA1Ni4yNSU7aGVpZ2h0OiAwICFpbXBvcnRhbnQ7b3ZlcmZsb3c6IGhpZGRlbjt3aWR0aDogMTAwJSAhaW1wb3J0YW50O30gI21wLXZpZGVvX2NvbnRlbnRfXzE2MTI4NyAuYnJpZCwgI21wLXZpZGVvX2NvbnRlbnRfXzE2MTI4NyBpZnJhbWUge3Bvc2l0aW9uOiBhYnNvbHV0ZSAhaW1wb3J0YW50O3RvcDogMCAhaW1wb3J0YW50OyBsZWZ0OiAwICFpbXBvcnRhbnQ7d2lkdGg6IDEwMCUgIWltcG9ydGFudDtoZWlnaHQ6IDEwMCUgIWltcG9ydGFudDt9PC9zdHlsZT48L2Rpdj4=”]

Il 2015 è stato un anno cruciale per l’ambiente, vuoi perché i cambiamenti climatici si sono resi così evidenti – anche nei Paesi più refrattari ad ammetterli – da rendere insindacabile la presenza di fenomeni denunciati da anni, vuoi perché ci sono stati due momenti molto importanti come la pubblicazione dell’enciclica papale Laudato Si’ e l’accordo della COP21 di Parigi.

[related layout=”left” permalink=”https://ecoblog.lndo.site/post/161020/cop21-attivista-di-greenpeace-sullarco-di-trionfo”][/related]Ma c’è chi, da decenni a questa parte, non ha mai smesso di lottare per difendere il Pianeta e per stimolare, attraverso azioni spettacolari e rocambolesche, una coscienza ecologica diffusa: Greenpeace.

In un video diffuso in questi giorni, il più importante network ambientalista del mondo ha voluto riassumere il suo 2015: dalle proteste globali che hanno convinto Shell ad abbandonare i suoi scriteriati progetti di trivellazione nell’Artico – con sei attivisti di Greenpeace che hanno occupato pacificamente per sei giorni la piattaforma petrolifera Polar Pioneer – alle spedizioni sulle vette più remote del Pianeta, per chiedere alle industrie tessili di non utilizzare più sostanze inquinanti come i PFC.

[related layout=”right” permalink=”https://ecoblog.lndo.site/post/159498/inquinamento-anche-in-paradiso-colpa-dellabbigliamento-per-loutdoor”][/related]Un dirigibile ha sorvolato Milano durante Expo 2015 per chiedere un’agricoltura più sostenibile e ci sono state anche manifestazioni nei mari italiani, minacciati dall’avanzare delle trivellazioni offshore, dai cambiamenti climatici o devastati dalla pesca eccessiva. Non sono mancate azioni a protezione delle foreste o in difesa della Grande Barriera Corallina australiana e di specie in pericolo, come i dugonghi dell’isola di Okinawa, minacciati dall’espansione di una base militare statunitense.

Greenpeace è arrivata persino nello spazio, grazie a un pallone-sonda sonda lanciato nella stratosfera da volontari italiani dell’organizzazione ambientalista, con un messaggio destinato ai leader riuniti in Francia per il vertice sui cambiamenti climatici: “Save the Climate”, salviamo il clima.

Via | Askanews

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultime novità

Animali11 anni ago

Galline ovaiole ancora in gabbia: l’Europa ci mette in mora

All'Italia con altri 19 paesi membri arriverà una bella letterina di messa in mora, ossia una consistente multa per non...

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban, qui giace il protocollo di Kyoto

COP17, una lapide per il protocollo di Kyoto?

EcoComunicazione11 anni ago

Ecogeo l’app della Regione Piemonte geolocalizza servizi per l’ambiente

Una nuova app della Regione Piemonte per iPhone permette di conoscere la localizzazione di ecocentri, punti per l'acqua pubblica, colonnine...

Clima11 anni ago

EEA, la hit delle 191 industrie che inquinano di più l’aria in Europa

L'Agenzia europea per l'Ambiente ha stilato la classifica delle 191 industrie pesanti che inquinano l'aria: tra le italiane al 18esimo...

Animali11 anni ago

Bravo Napolitano che nomina Jane Goodall Grande Ufficiale della Repubblica Italiana

la signora delle scimmie jane goodall è stata nominata grande ufficiale della repubblica italiana dal presidente giorgio napolitano

Associazioni11 anni ago

Durban, Greenpeace spedisce una cartolina a Clini dal caos climatico

Una cartolina a Clini dal caos climatico

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban: si discute di Kyoto o di economia?

protocollo di kyoto e cambiamenti climatici a Durban, ma si discute anche di economia delle emissioni

Inquinamento11 anni ago

Regione Puglia: i rifiuti saranno bruciati da nuovi inceneritori

sei nuovi impianti per l'incenerimento in Puglia, la regione sembra abbandonare ogni progetto di raccolta differenziata e riciclo

Foto & video11 anni ago

Natale, luminarie a LED sugli Champs-Elysées alimentate dal fotovoltaico

Miracolo del risparmio energetico e estetico sugli Champs-Elysées a Parigi per le luminarie natalizie

Politica11 anni ago

A Bari le Cartoniadi e a Capannori la Tia personalizzata: guadagnare soldi dai rifiuti

i comuni si attrezzano per guadagnare soldi dai rifiuti, coinvolgendo i cittadini in un araccolta differenziata molto intensa