Nasce il progetto eMoticon, per la mobilità elettrica nell'area alpina

La mobilità elettrica è molto probabilmente il futuro degli spostamenti di breve e media percorrenza ma dal dire al fare ci sono di mezzo grandi criticità, ad esempio quelle specifiche di alcuni territori "complessi" e che presentano sfide infrastrutturali non indifferenti. L'area alpina è uno di quelli e risolvere le diverse problematiche, infrastrutturali ma non solo, è l'obiettivo di eMoticon, un progetto europeo varato a Milano due giorni fa e che coinvolge 15 partner provenienti da Italia, Austria, Francia, Germania e Slovenia, 40 enti osservatori e 8 sostenitori.

Come spiega il video di Askanews in testa a questo post, nell'ambito del progetto Rse, l'ente italiano di ricerca sistema energetico, svolge il ruolo di coordinamento: la missione è aiutare le diverse pubbliche amministrazioni nelle pianificazioni territoriali, nello sviluppo con partner privati di nuovi modelli di business, nella indicazione di tecnologie, nella creazione modelli di mobilità sostenibile e politiche di efficienza energetica.

Pensare in ottica globale, ma guardando e risolvendo criticità specifiche locali. Una sfida sulla quale Rse può far valere skill riconosciuti e apprezzati in ambito accademico e industriale e esperienza consolidata.

1montagnejpg

  • shares
  • Mail