Seguici su

Auto Elettriche

Le batterie delle auto elettriche Smart allacciate alla smart grid in Germania

Da un accordo tra Daimler e enercity nasce lo stoccaggio di Herrenhausen: batterie delle smart elettriche per accumulare energia.

Le batterie delle auto elettriche Smart allacciate alla smart grid in Germania

Le batterie per auto elettriche possono essere utilizzate anche per stabilizzare la rete elettrica. Lo dimostra l’impianto di stoccaggio dell’energia realizzato a Herrenhausen, in Germania, da Daimler e enercity.

Si tratta, per farla estremamente semplice, di una batteria gigante che accumula l’energia in eccesso sulla rete elettrica, gestita da TenneT, per poi immetterla in circolo quando serve. Questa batteria è composta da migliaia di batterie di Smart Electric Drive terza serie messe insieme.

Al momento sono 1.800 batterie, per un totale di 5 MW di capacità. Entro la primavera del 2018 saranno 3.240, per 17,4 MW di capacità. Questa soluzione offre il vantaggio tecnico di stabilizzare la rete elettrica, limitando gli effetti dei picchi di carico (sia in eccesso, che in difetto) sulla rete stessa.

L’ottica è quella della smart grid: una rete elettrica intelligente che si auto regola in base alla produzione e al consumo di elettricità. Continuamente, minuto per minuto lungo tutta la giornata, senza che sia necessario accendere e spegnere in continuazioni le inquinanti centrali elettriche a combustibili fossili. Il lavoro di regolazione della rete, infatti, al momento spetta soprattutto alle centrali turbogas a ciclo combinato, che bruciano metano fossile.

Tra i vantaggi delle smart grid basate sugli accumulatori di energia c’è anche quello di stabilizzare il prezzo dell’energia: quando c’è molta richiesta e poca produzione, infatti, il prezzo dell’elettricità aumenta. Se gli accumulatori possono riversare in rete la propria energia, invece, è come se aumentasse l’offerta.

La particolarità di questo impianto è quella di essere composto da batterie nuove, non usate. Questo impianto di stoccaggio dell’energia, infatti, è allo stesso tempo anche un magazzino di parti di ricambio per le smart elettriche.

Le batterie per auto elettriche, infatti, se vengono stoccate in magazzino troppo a lungo si scaricano completamente e si danneggiano. Se invece le si tiene “attive” con un numero controllato di cicli di carica e scarica, allora mantengono le loro performance e possono essere usate nelle auto elettriche.

In pratica le batterie dell’impianto di Herrenhausen sono “in prestito” in attesa che il mercato le richieda. Questo, per Daimler, è un enorme e doppio vantaggio economico: si guadagna dalla vendita dell’energia, non si spende per tenere in buona salute le batterie.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultime novità

Animali11 anni ago

Galline ovaiole ancora in gabbia: l’Europa ci mette in mora

All'Italia con altri 19 paesi membri arriverà una bella letterina di messa in mora, ossia una consistente multa per non...

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban, qui giace il protocollo di Kyoto

COP17, una lapide per il protocollo di Kyoto?

EcoComunicazione11 anni ago

Ecogeo l’app della Regione Piemonte geolocalizza servizi per l’ambiente

Una nuova app della Regione Piemonte per iPhone permette di conoscere la localizzazione di ecocentri, punti per l'acqua pubblica, colonnine...

Clima11 anni ago

EEA, la hit delle 191 industrie che inquinano di più l’aria in Europa

L'Agenzia europea per l'Ambiente ha stilato la classifica delle 191 industrie pesanti che inquinano l'aria: tra le italiane al 18esimo...

Animali11 anni ago

Bravo Napolitano che nomina Jane Goodall Grande Ufficiale della Repubblica Italiana

la signora delle scimmie jane goodall è stata nominata grande ufficiale della repubblica italiana dal presidente giorgio napolitano

Associazioni11 anni ago

Durban, Greenpeace spedisce una cartolina a Clini dal caos climatico

Una cartolina a Clini dal caos climatico

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban: si discute di Kyoto o di economia?

protocollo di kyoto e cambiamenti climatici a Durban, ma si discute anche di economia delle emissioni

Inquinamento11 anni ago

Regione Puglia: i rifiuti saranno bruciati da nuovi inceneritori

sei nuovi impianti per l'incenerimento in Puglia, la regione sembra abbandonare ogni progetto di raccolta differenziata e riciclo

Foto & video11 anni ago

Natale, luminarie a LED sugli Champs-Elysées alimentate dal fotovoltaico

Miracolo del risparmio energetico e estetico sugli Champs-Elysées a Parigi per le luminarie natalizie

Politica11 anni ago

A Bari le Cartoniadi e a Capannori la Tia personalizzata: guadagnare soldi dai rifiuti

i comuni si attrezzano per guadagnare soldi dai rifiuti, coinvolgendo i cittadini in un araccolta differenziata molto intensa