Auto ibride Suzuki: cresce la quota di mercato

A guidare l'avanzata sono gli iconici SUV Vitara e Jimny e i modelli dotati di tecnologia Suzuki Hybrid, che segnano valori importanti nel comparto delle auto ibride.

Numeri di mercato in crescita per Suzuki Italia, che inizia in modo luminoso il secondo semestre 2019: all'avanzata nel Belpaese, testimoniata da un +49,46% nelle immatricolazioni di luglio rispetto allo stesso mese dello scorso anno, concorrono le auto ibride del marchio.

I principali artefici dell'aumento delle vendite di Suzuki sono i modelli delle gamme 4x4 AllGrip e Hybrid. Su questi ultimi concentriamo le nostre attenzioni.

Con riferimento al mese appena trascorso, le Swift, Ignis e Baleno si sono ritagliate uno spazio nella top ten delle auto ibride più vendute in Italia, rispettivamente con 505, 321 e 309 unità.

Sono quindi 1.135 le vetture con tecnologia Suzuki Hybrid targate a luglio in Italia, per una quota di mercato che si attesta al 13,04% nello specifico bacino di sbocco. Il risultato consolida, in questo segmento, la seconda posizione del marchio per vendite in ambito nazionale.

Con la tecnologia Suzuki Hybrid, i clienti della casa di Hamamatsu possono guidare oggi quella che per altri è la tecnologia del futuro. L'ibrido Suzuki è leggero ed economico e offre vantaggi concreti nella guida di tutti i giorni, senza che siano richiesti interventi da parte del pilota o ricariche esterne.

Le batterie che lo alimentano non tolgono spazio né ai passeggeri né ai bagagli e, con una coppia che può raggiungere i 50 Nm, il motore elettrico aiuta il motore termico a vincere le inerzie all'avviamento, in partenza e quando il pilota accelera con forza. L'intervento automatico, discreto e puntuale assicura una drastica riduzione dei consumi e una progressione brillante in ripresa.

  • shares
  • Mail