Mobilità elettrica: crescono le stazioni di ricarica EVA+

Attive in Italia e Austria le infrastrutture di ricarica veloce che permettono di fare un pieno di energia in circa 30 minuti lungo le principali strade a lunga percorrenza.

Ricarica auto elettriche EVA, inaugurate 4 colonnine in Lombardia e Toscana

Programma rispettato, anche nella tabella di marcia, per EVA+, progetto di mobilità elettrica, coordinato da Enel, cui partecipano Verbund, SMATRICS Renault, Nissan, BMW Group e Volkswagen Group Italia (con le marche Volkswagen e Audi).

L'iniziativa, co-finanziata dalla Commissione Europea nell'ambito del programma Connecting Europe Facility Transport, ha portato all'attivazione di tutte le 200 stazioni di ricarica veloce da 50kW per auto elettriche preventivate nel 2016 per il triennio successivo.

Nello specifico, gli impianti rifornimento energetico per veicoli green sbocciati nell'ambito del progetto sono stati 180 in Italia e 20 in Austria. Si trovano lungo le strade a lunga percorrenza extraurbane dei due Paesi e si giovano di 400 punti di ricarica complessivi. Grazie ad essi è possibile fare il pieno in circa 30 minuti.

Le infrastrutture di ricarica di EVA+ presenti sul territorio italiano, compatibili con tutti i modelli di auto elettriche attualmente sul mercato, sono interamente sviluppate e installate da Enel X. Con una potenza fino a 50kW, permettono di fare il rifornimento energetico a due veicoli contemporaneamente in una mezzoretta.

  • shares
  • Mail