Incendi in Australia: appello di Russel Crowe sul clima

Anche dal mondo del cinema arrivano gridi di sofferenza per quanto sta accadendo in Australia, dove gli incendi stanno devastando ampie fette di territorio, con perdite di vite umane. Russel Crowe fa sentire la sua voce.

Gli incendi che stanno devastando l'Australia toccano nel cuore Russell Crowe, non solo per un fatto di appartenenza geografica. L'attore e regista neozelandese, vincitore del Premio Oscar come miglior attore protagonista nel 2001 per il ruolo svolto ne "Il gladiatore" di Ridley Scott, ha preferito stare nel suo paese in questa fase ambientale drammatica, insieme alla sua famiglia, come gesto d'amore verso la terra natia.

Il divo del cinema ha scelto di non prendere parte ai Golden Globe 2020, dove si è imposto in una delle categorie, per tornare a casa, insieme alle persone a lui più vicine.

Russel Crowe ha dato a Jennifer Aniston l'incarico di ritirare il premio e di leggere sul palco un suo messaggio, che profuma come un appello sul clima, in questa fase drammatica per l'Australia, arsa dai roghi: "La tragedia del mio paese è dovuta ai cambiamenti climatici, dobbiamo puntare sulle energie rinnovabili".

Ormai per l'Australia si può parlare a tutti gli effetti di una catastrofe, i cui effetti, purtroppo, non si sono ancora esauriti, anche in virtù del caldo record e delle condizioni meteorologiche favorevoli alla permanenza e all'estensione dei roghi. Immense le aree evacuate, grandi le manifestazioni di solidarietà internazionale.

Fonte | Sky

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail