Non solo auto elettriche: FS punta sull'idrogeno

Ferrovie dello Stato e Snam stringono un accordo per la mobilità verde anche su binario, puntando sull'idrogeno per le linee non ancora elettrificate.

Treno

Non solo auto elettriche, la mobilità verde del futuro passa anche dalla rivoluzione del trasporto ferroviario. È così Ferrovie dello Stato ha deciso di investire sulle tecnologie a idrogeno, grazie a una partnership con la compagnia energetica Snam. È questo rende noto il Corriere della Sera, sottolineando come questa collaborazione sia la prima in Europa tra un operatore ferroviario nazionale e uno del settore energetico.

L'obiettivo comune è molto chiaro: giungere a una progressiva sostituzione dei combustibili fossili sulla rete ferroviaria. Grazie alla collaborazione tra FS e Snam, si avvieranno analisi e studi di fattibilità per linee ferroviarie convertibili all'idrogeno.

Il lavoro congiunto fra le due società riguarderà molteplici ambiti, dalla produzione di energia elettrica al trasporto dell'idrogeno, fino al suo stoccaggio e molto altro ancora. Inoltre, questa soluzione energetica è considerata strategica per le ferrovie italiane, considerando come ben il 28% delle linee sullo Stivale - circa 5.000 chilometri - non è ancora elettrificato. Così ha dichiarato Gianfranco Battisti, AD del gruppo FS Italiane:

L'accordo siglato con Snam conferma l'importanza, per FS Italiane, di incentivare la mobilità sostenibile, in piena coerenza con gli indirizzi europei del Green New Deal. Continuiamo a innovare e sviluppare soluzioni di mobilità sicure ed ecologiche che consentiranno alle nuove generazioni di vivere in un Paese più sostenibile e competitivo, secondo un modello che pone sempre di più le persone al centro. I trasporti ferroviari a idrogeno rappresentano in questo senso una fondamentale innovazione in grado di rendere più ecologici i viaggi di passeggeri e merci sulle residue tratte ferroviarie non ancora elettrificate.

Di avviso analogo Marco Alverà, AD di Snam:

Grazie alla collaborazione tra FS Italiane e Snam, puntiamo a realizzare infrastrutture per convertire rapidamente a idrogeno treni attualmente alimentati a diesel in Italia e così acquisire una leadership tecnologica da capitalizzare anche a livello internazionale.

I treni a idrogeno sono già una realtà a livello europeo, basti pensare alla Germania dove alcune linee sono già funzionanti.

Fonte: Corriere della Sera

  • shares
  • Mail