Bonus bici elettriche e monopattini: domani il Click Day

Bonus bici elettriche e monopattini: domani parte il Click Day, con la possibilità di richiedere rimborsi o buoni direttamente al Ministero

Bici elettrica

Mancano ormai poche ore al già ribattezzato Click Day, il giorno che darà ufficialmente inizio alle procedure di richiesta del Bonus Mobilità. Da domani saranno infatti disponibili gli appositi strumenti sul sito buonomobilità.it, voluto dal Ministero dell'Ambiente. Tante le iniziative in programma per ottenere il rimborso per l'acquisto di biciclette elettriche, monopattini e altri mezzi per gli spostamenti green.

Così come specifica ANSA, il bonus a disposizione sarà suddiviso in due tipologie. Il primo riguarda il rimborso delle spese già sostenute dal 4 marzo al 3 novembre, per un massimo del 60% del prezzo di listino del mezzo e non più di 500 euro. Il secondo riguarda invece chi vorrà approfittarne dal 3 novembre in poi, con la possibilità di sfruttare un bonus di spesa digitale.

Nel primo caso, verrà effettuato un bonifico sul conto corrente del richiedente, previa la verifica dei dati anagrafici, della ricevuta d'acquisto e della data di conclusione della transazione. Nel secondo, invece, si riceverà un buono da esibire direttamente al negoziante entro 30 giorni dall'erogazione: sarà quest'ultimo a essere rimborsato dal Ministero. Per le operazioni online sarà necessario essere in possesso di SPID.

Il bonus è riservato ai cittadini maggiorenni residenti in una città con almeno 50.000 abitanti o, in alternativa, in un capoluogo di Regione anche al di sotto dei 50.000 cittadini. In particolare, è necessario sottolineare come sia effettivamente necessario essere residenti nei luoghi compresi nell'iniziativa, non verranno invece considerate le persone semplicemente domiciliate. Sono poi incluse tutte le città metropolitane, come Bari, Bologna, Cagliari, Catania, Firenze, Genova, Messina, Milano, Napoli, Palermo, Reggio Calabria, Roma Capitale, Torino e Venezia. Non sono al momento previsti incentivi, invece, per le località più piccole e i paesi della provincia italiana.

Fonte: ANSA

  • shares
  • Mail