Seguici su

Agricoltura

Sicurezza alimentare: in Andalusia irregolari il 35% di carni e prosciutti iberici controllati dall’Ispettorato del Consumo

Ben 33 le posizioni irregolari nei 93 controlli effettuati negli stabilimenti delle province di Siviglia, Huelva, Malaga e Almeria

In Spagna, durante un’operazione della Junta de Andalucia, gli ispettori hanno scoperto una frode alimentare su prodotti iberici pari al 35% della produzione controllata: prosciutto, spalla, lombo e carne fresca. L’ispezione è durata un paio di mesi, da dicembre a febbraio sono state effettuate 93 ispezioni in 48 stabilimenti delle province di Siviglia, Huelva, Malaga e Almeria. Per il momento non ci sarebbero problemi legati alla salute dei consumatori, ma soltanto irregolarità di tipo economico.

Normali prosciutti sarebbero stati venduti come pata negra, una delle qualità più pregiate al mondo, il corrispettivo iberico del nostro prosciutto di Parma, in altri casi sarebbero state ignorate le norme relative all’etichettatura e alla tracciabilità degli alimenti.  

L’Ispettorato del Consumo ha messo in atto questa operazione dopo le forti tensioni che ha vissuto il settore a causa dell’eccesso di offerta dei prodotti iberici e il calo dei prezzi per agricoltori e allevatori. Dunque, in ben 33 dei 93 controlli sarebbero state rilevate frodi, una percentuale decisamente inferiore al 58% di irregolarità rilevate nel 2011: il prodotto è stato denominato in maniera scorretta nel 6% dei casi, in altre circostanze non erano presenti informazioni sul tipo di alimentazione dell’animale (9%) o sull’organismo di certificazione della qualità, nel 10% dei controlli non erano indicati i lotti e nel 9% le condizioni speciali di conservazione. Inoltre in molti casi sono stati utilizzate terminologie e aggettivi non utilizzabili. Infine, nel 20% dei casi prosciutti e carni non avevano accreditato la denominazione di origine al Comitato di regolamentazione di competenza.

Via I El Pais

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultime novità

Animali11 anni ago

Galline ovaiole ancora in gabbia: l’Europa ci mette in mora

All'Italia con altri 19 paesi membri arriverà una bella letterina di messa in mora, ossia una consistente multa per non...

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban, qui giace il protocollo di Kyoto

COP17, una lapide per il protocollo di Kyoto?

EcoComunicazione11 anni ago

Ecogeo l’app della Regione Piemonte geolocalizza servizi per l’ambiente

Una nuova app della Regione Piemonte per iPhone permette di conoscere la localizzazione di ecocentri, punti per l'acqua pubblica, colonnine...

Clima11 anni ago

EEA, la hit delle 191 industrie che inquinano di più l’aria in Europa

L'Agenzia europea per l'Ambiente ha stilato la classifica delle 191 industrie pesanti che inquinano l'aria: tra le italiane al 18esimo...

Animali11 anni ago

Bravo Napolitano che nomina Jane Goodall Grande Ufficiale della Repubblica Italiana

la signora delle scimmie jane goodall è stata nominata grande ufficiale della repubblica italiana dal presidente giorgio napolitano

Associazioni11 anni ago

Durban, Greenpeace spedisce una cartolina a Clini dal caos climatico

Una cartolina a Clini dal caos climatico

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban: si discute di Kyoto o di economia?

protocollo di kyoto e cambiamenti climatici a Durban, ma si discute anche di economia delle emissioni

Inquinamento11 anni ago

Regione Puglia: i rifiuti saranno bruciati da nuovi inceneritori

sei nuovi impianti per l'incenerimento in Puglia, la regione sembra abbandonare ogni progetto di raccolta differenziata e riciclo

Foto & video11 anni ago

Natale, luminarie a LED sugli Champs-Elysées alimentate dal fotovoltaico

Miracolo del risparmio energetico e estetico sugli Champs-Elysées a Parigi per le luminarie natalizie

Politica11 anni ago

A Bari le Cartoniadi e a Capannori la Tia personalizzata: guadagnare soldi dai rifiuti

i comuni si attrezzano per guadagnare soldi dai rifiuti, coinvolgendo i cittadini in un araccolta differenziata molto intensa