Muos, il console Moore conferma la sospensione dei lavori

Il console americano Donald Moore lo ha confermato questa mattina: stop al Muos, nella base solo manutenzione.

Dopo la sospensiva voluta ed ottenuta dal Presidente della Regione Sicilia Rosario Crocetta, anche il console americano in Italia Donald Moore ha confermato la sospensione dei lavori per la realizzazione del Muos a Niscemi (Cl), il sistema militare di comunicazioni satellitari ad altissima frequenza i cui danni all'ambiente e alla salute delle persone sono sconosciuti.

Potrebbe essere la parola "fine" quella di Moore, come si evince da una nota diffusa oggi dalla presidenza della Regione Sicilia:

Il console americano Donald Moore, nel corso di un colloquio con il presidente della Regione Siciliana Rosario Crocetta, ha confermato che la Marina navale degli Stati Uniti ha sospeso, in ossequio a quanto deciso nell'incontro avuto nel marzo scorso con il governo Monti e con il governo regionale, i lavori di costruzione dell'impianto Muos. I soli lavori che si fanno all'interno della base americana di Niscemi, sono esclusivamente relativi alle normali attività di manutenzione della medesima base. Il presidente Crocetta si ritiene soddisfatto per il rispetto degli accordi e sottolinea l'importante risultato ottenuto dal governo regionale.

La mossa politica di Crocetta, legittimare con la conferma statunitense il provvedimento firmato poche settimane fa che bloccava le autorizzazioni al Muos firmate dal suo predecessore, ha avuto il chiaro scopo di placare le ire dei manifestanti i quali, nonostante la revoca delle autorizzazioni da parte del governatore siciliano, non si sono mai del tutto convinti e anzi hanno diffuso più di un filmato che dimostrerebbe la prosecuzione delle opere in dispregio degli accordi e degli annunci.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: