La Cina riuscirà a ridurre le emissioni di CO2 dal 2025?

La Cina contribuisce ad oltre un quarto delle emissioni totali (più di USA, Russia e Giappone insieme) ed ogni sua decisione in merito è cruciale per il futuro del pianeta

Una buona notizia: per la prima volta, in Cina si inizia a parlare di ridurre le emissioni di CO2 a partire dal 2025, o forse persino prima.

Le emissioni Cinesi hanno superato quelle della UE nel 2003 e degli USA nel 2006 per raggiungere 9 miliardi di tonnellate all'anno e molto probabilmente le statistiche ufficiali sottostimano i valori reali. Non c'è da stupirsi visto che il regno di mezzo è diventato la fabbrica del pianeta.

Con il 19% della popolazione mondiale, la Cina oggi consuma la metà del carbone estratto ed utilizza il 60% del cemento e dell'acciaio; ogni sua decisione è quindi essenziale per il futuro di tutti.

Zhou Dadi, vice segretario del comitato per l'energia ha affermato che la Cina si è già impegnata a ridurre le emissioni per unità di PIL del40-50% entro il 2020 (1) e di produrre il 15% dell'energia da fonti non fossili entro la stessa data (nel 2011 era a meno del 7%).

Da diversi anni le foreste stanno ricrescendo in Cina e l'impegno è di aggiungere altri 400 mila km² (un'area più vasta dell'Italia) entro il 2020.

Zhou ha ammesso che la situazione è talmente complessa e l'inerzia del sistema talmente grande che è difficile fare previsioni precise su quando verrà raggiunto il picco delle emissioni. La maggiore incognita è naturalmente data dal peso che avrà il carbone nella produzione di energia: nel 2011 rappresentava il 70% di tutti i consumi energetici!(2)

Iniziare a parlarne è comunque più importante di quel che può sembrare pechè è così che hanno principio i mutamenti culturali e politici.

(1)  Questa "efficienza di PIL" è naturalmente del tutto insufficiente, perchè ogni sforzo in questo senso può essere annullato dal cosiddetto paradosso di Jevons: una maggiore efficienza energetica potrebbe spingere l'economia a muoversi ancora più velocemente.

(2) Tutti, cioè non solo quelli elettrici: 1,8 Gtoe su 2,6. La fonte di tutti i dati è la BP.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail