Iveco, Mercedes e Volvo sul podio del Sustainable Bus Award 2019

Sono andati ad Iveco, a Mercedes-Benz e a Volvo i Sustainable Bus Award 2019, premi conferiti per l'impegno nel miglioramento dei bus.

Allo IAA di Hannover, salone dedicato ai trasporti, la logistica e la mobilità che si tiene ogni due anni nella città tedesca, sono stati consegnati i premi "Sustainable Bus Award 2019", per la sostenibilità nel mondo dell’autobus e del trasporto pubblico. Sul podio sono saliti Iveco, Mercedes-Benz e Volvo.

La giuria del premio "Sustainable Bus Award" rappresenta sette paesi europei ed è composta da giornalisti delle riviste specializzate Mobilités Magazine (Francia), Busfahrt (Germania), Autobus (Italia), OV-Magazine (Paesi Bassi), InfoBus (Polonia), Infotrucker (Romania), Carril Bus (Spagna).

L'iter di valutazione e scelta dei vincitori è articolato in tre fasi. Nella prima, ogni giurato presenta una lista di candidati, che vengono votati da tutti la giuria. Sono dodici quelli che passano allo step successivo, e che rappresentano la rosa di finalisti.

I costruttori dei modelli finalisti devono fornire la documentazione richiesta con le informazioni dettagliate di ogni veicolo. Infine, ogni giurato fornisce la propria valutazione considerando 53 parametri, suddivisi in cinque gruppi: Motore, Trasmissione, Sicurezza, Comfort, Sostenibilità.

Sustainable Bus Award ad Iveco per l'Urban


Il premio ricevuto da Iveco per l'Urban tiene in considerazione la tecnologia "In Motion Charging" (IMC), che consente al filobus di presentarsi come una valida alternativa all’autobus elettrico. Grazie alla batteria, il sistema IMC permette al veicolo di muoversi in modalità "full electric" anche nelle zone non servite dalla linea di alimentazione aerea, aumentandone quindi le possibilità di impiego.

Iveco è un'azienda fortemente impegnata nei filobus, come dimostrano le 800 unità vendute e la sua nuova gamma, nella quale si inserisce il veicolo premiato. Il Crealis 18m In- Motion-Charging, sviluppato con Skoda Electric, combina la possibilità di ricevere energia dal bifilare con la capacità di accumulare elettricità nella piccola batteria di bordo. Una soluzione che riduce la complessità e che non ha inoltre bisogno di tempi di ricarica.

Sustainable Bus Award a Mercedes-Benz per l'ibrido


Mercedes-Benz ha ricevuto il premio per il suo impegno nella tecnologia ibrida. Il Citaro Ü Hybrid garantisce un taglio dei consumi pari all’8,5 per cento, con un costo estremamente ragionevole. L’ibrido leggero rappresenta una tappa fondamentale nella transizione tra l’autobus diesel e i veicoli a trazione alternativa.

Il sistema studiato da Mercedes prevede un motogeneratore (dello stesso modello montato come alternatore-starter sulla nuova berlina Classe S) interposto tra il motore termico e il cambio. La dote aggiuntiva è quantificata in 14 kW di potenza e 220 Nm di coppia, il motore elettrico - sincrono ad eccitazione permanente - durante la frenata funge da generatore e accumula l’energia in due moduli con sedici condensatori a doppio strato (supercap) ciascuno.

Il Citaro Hybrid è il primo autobus alimentato non da una rete ad alta tensione, ma da una rete a basso voltaggio a 48 volt, analoga a quella delle auto ibride Mercedes.

Sustainable Bus Award a Mercedes-Benz per l'immagine del bus


Uno degli obiettivi del premio è quello di stimolare i costruttori a rendere i bus sempre più allettanti e confortevoli, tanto da essere percepiti dagli utente come valida alternativa all'automobile. Va in quest'ottica il Sustainable Bus Award assegnato a Volvo, per l'impegno profuso a migliorare l'immegine degli autobus.

Il nuovo Volvo 9900, frutto di un progetto interamente nuovo, offre un livello di comfort accresciuto e novità tecnologiche che lo rendono più efficiente. Come il ridotto coefficiente di resistenza aerodinamica, il Volvo Dynamic Steering che ha un impatto positivo sull'affaticamente del conducente, il "baffo" trasparente alla base della porta anteriore che contribuisce ad aumentare la visibilità laterale e la sicurezza dei passeggeri.

Infine, il sistema Volvo Zone Management monitora le aree della città in cui si transita in relazioni ella emissioni del mezzo, informando il conducente se si trova in una zona a "zero emissioni" oppure in un'area con delle limitzioni.

Scritto da Andrea Tartaglia

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 11 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail