Bici senza frontiere a Bologna, i ciclisti urbani con #salvaciclisti per città a misura di biciclette

Città a misura di biciclette: è questa la sfida di Bici senza frontiere una vera e propria gara per ciclisti urbani a Bologna l'8 e il 9 febbraio 2014

Bici senza frontiere andrà in scena l'8 e il 9 febbraio 2014 a Bologna come sfida dei ciclisti urbani alle Amministrazioni con l'obiettivo di ottenere città a misura di bicicletta. Bici senza frontiere si svolge come gara tra ciclisti urbani di tutte le età proposta da #salvaciclisti iniziativa lanciata l'8 febbraio 2012 per il cicloattivismo e per sostenere una campagna contro gli incidenti stradali che hanno lasciato sull'asfalto centinaia di ciclisti falciati dalle autovetture.

Il claim dell'iniziativa recita così:

Bici Senza Frontiere è il ritrovo nazionale di tutti i ciclisti urbani organizzato dalla campagna Salvaiciclisti. Competizione, spettacolo, divertimento per celebrare il mezzo del futuro.

Bici senza frontiere consiste in una gara in 4 prove in cui una squadra di ciclisti urbani gareggerà in bicicletta affrontando con la propria squadra prove come caricare, smontare, correre, spingere le biciclette e rispondere a quiz. Ogni squadra può contare un minimo di 9 partecipanti a un massimo di 20 partecipanti (9 per la prima prova, 4 per la seconda e 7 per la terza) che dovranno affrontare gare in ciclomeccanica e cicloattivismo, corsa e trasporto in bicicletta.Le prove sono adatte un po' ai vari profili del ciclista e saranno coordinate da un capitano e contraddistinte da un particolare come una divisa o un accessorio comune.

Più che una gara vera e propria dunque, è di fatto uno spettacolo aperto a tutti che si terrà a Bologna in Piazza Maggiore e per iscriversi è sufficiente consultare il sito in line.

Via | Bici senza forntiere
Foto | Bici senza frontiere su Facebook

  • shares
  • Mail