Seguici su

Uncategorized

Le risorse mondiali sono già esaurite, è l’Earth overshoot Day 2014

Il 19 agosto si è registrato l’Over shoot Day, ossia l’esaurimento delle risorse del Pianeta durate appena 8 mesi a fronte di un anno

Il 19 agosto abbiamo avuto l’Over shoot Day, ovvero in meno di otto mesi l’umanità ha consumato risorse rinnovabili che sarebbero dovute bastare per un anno. Siamo al deficit ecologico secondo i calcoli del Global Footprint Network, il centro di ricerca internazionale sulla sostenibilità.

L’Earth Overshoot Day nasce nel 2000 e da allora viene calcolata ogni anno la data in cui il consumo di risorse supera la capacità rigenerativa della Terra. E’ impressionante constatare che dal 2000 la data di esaurimento delle risorse si sia spostata sempre più indietro, ovvero dagli inizi di ottobre fino alla metà di agosto.

Ha detto Mathis Wackernagel, presidente del Global Footprint Network and cocreatore dell’Impronta Ecologica:

Il problema del superamento della capacità rigenerativa sta diventando una sfida del 21° secolo. E’ sia un problema ecologico che economico. Le nazioni con deficit di risorse e basso reddito sono particolarmente vulnerabili. Anche i paesi ad alto reddito che hanno avuto la possibilità economica di proteggersi dagli effetti più diretti generati dalla loro dipendenza dalle risorse devono rendersi conto che devono trovare una soluzione a lungo termine per superare tale dipendenza prima che diventino problemi troppo grandi rispetto alle loro capacità economiche.

Se fino al 1961 vivevamo secondo un equilibrio di risorse consumate e risorse rigenerate, dagli anni ’70 in poi sia la crescita economica, sia la crescita demografica hanno mandato al collasso lo sfruttamento delle risorse naturali.

Attualmente viviamo una sproporzione evidente per cui l’86% della popolazione mondiale usa risorse più di quanto i loro ecosistemi nazionali riescano a produrre. Il Global Footprint Network ci spiega che per soddisfare questo bisogno di consumo ci sarebbe bisogno di 1.5 Terre per fornire le risorse ecologiche rinnovabili; e prima della fine di questo secolo, proiezioni ci dicono che sarebbero necessari le risorse prodotte da 3 pianeti.

L’eccessivo sfruttamento ci sta portando alla deforestazione, scarsità di acqua dolce, erosione del suolo, perdita di
biodiversità e accumulo di CO2 nella nostra atmosfera il che porterà a costi umani e economici sempre più crescenti.

Alcune nazioni più lungimiranti hanno deciso di affrontare il problema, come le Filippine che adotteranno l’Impronta Ecologica in funzione di indicatore per le loro politiche nazionali, e ciò per proteggere i territori e pianificare la gestione delle risorse. Anche gli Emirati Arabi Uniti progettano di ridurre la loro impronta ecologica, come anche il Marocco che lavora al progetto “Plan Maroc Vert” lungo 15 anni e che porterà a ottenere una agricoltura sostenibile.

Via | Comunicato stampa

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultime novità

Animali11 anni ago

Galline ovaiole ancora in gabbia: l’Europa ci mette in mora

All'Italia con altri 19 paesi membri arriverà una bella letterina di messa in mora, ossia una consistente multa per non...

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban, qui giace il protocollo di Kyoto

COP17, una lapide per il protocollo di Kyoto?

EcoComunicazione11 anni ago

Ecogeo l’app della Regione Piemonte geolocalizza servizi per l’ambiente

Una nuova app della Regione Piemonte per iPhone permette di conoscere la localizzazione di ecocentri, punti per l'acqua pubblica, colonnine...

Clima11 anni ago

EEA, la hit delle 191 industrie che inquinano di più l’aria in Europa

L'Agenzia europea per l'Ambiente ha stilato la classifica delle 191 industrie pesanti che inquinano l'aria: tra le italiane al 18esimo...

Animali11 anni ago

Bravo Napolitano che nomina Jane Goodall Grande Ufficiale della Repubblica Italiana

la signora delle scimmie jane goodall è stata nominata grande ufficiale della repubblica italiana dal presidente giorgio napolitano

Associazioni11 anni ago

Durban, Greenpeace spedisce una cartolina a Clini dal caos climatico

Una cartolina a Clini dal caos climatico

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban: si discute di Kyoto o di economia?

protocollo di kyoto e cambiamenti climatici a Durban, ma si discute anche di economia delle emissioni

Inquinamento11 anni ago

Regione Puglia: i rifiuti saranno bruciati da nuovi inceneritori

sei nuovi impianti per l'incenerimento in Puglia, la regione sembra abbandonare ogni progetto di raccolta differenziata e riciclo

Foto & video11 anni ago

Natale, luminarie a LED sugli Champs-Elysées alimentate dal fotovoltaico

Miracolo del risparmio energetico e estetico sugli Champs-Elysées a Parigi per le luminarie natalizie

Politica11 anni ago

A Bari le Cartoniadi e a Capannori la Tia personalizzata: guadagnare soldi dai rifiuti

i comuni si attrezzano per guadagnare soldi dai rifiuti, coinvolgendo i cittadini in un araccolta differenziata molto intensa