Seguici su

Uncategorized

Cinemambiente 2015: un’edizione nel nome del cibo e del clima

La diciottesima edizione della manifestazione torinese si svolgerà dal 6 all’11 ottobre con grandi anteprime e documentari su alimentazione, cambiamenti climatici, sviluppo e mobilità sostenibili, animali e società

[blogo-video id=”159701″ title=”Human – Cinemambiente 2015″ content=”” provider=”youtube” image_url=”https://media.ecoblog.it/9/974/maxresdefault-jpg.png” thumb_maxres=”1″ url=”https://www.youtube.com/watch?v=pb5JKlV2xX0″ embed=”PGRpdiBpZD0nbXAtdmlkZW9fY29udGVudF9fMTU5NzAxJyBjbGFzcz0nbXAtdmlkZW9fY29udGVudCc+PGlmcmFtZSB3aWR0aD0iNTAwIiBoZWlnaHQ9IjI4MSIgc3JjPSJodHRwczovL3d3dy55b3V0dWJlLmNvbS9lbWJlZC9wYjVKS2xWMnhYMD9mZWF0dXJlPW9lbWJlZCIgZnJhbWVib3JkZXI9IjAiIGFsbG93ZnVsbHNjcmVlbj48L2lmcmFtZT48c3R5bGU+I21wLXZpZGVvX2NvbnRlbnRfXzE1OTcwMXtwb3NpdGlvbjogcmVsYXRpdmU7cGFkZGluZy1ib3R0b206IDU2LjI1JTtoZWlnaHQ6IDAgIWltcG9ydGFudDtvdmVyZmxvdzogaGlkZGVuO3dpZHRoOiAxMDAlICFpbXBvcnRhbnQ7fSAjbXAtdmlkZW9fY29udGVudF9fMTU5NzAxIC5icmlkLCAjbXAtdmlkZW9fY29udGVudF9fMTU5NzAxIGlmcmFtZSB7cG9zaXRpb246IGFic29sdXRlICFpbXBvcnRhbnQ7dG9wOiAwICFpbXBvcnRhbnQ7IGxlZnQ6IDAgIWltcG9ydGFudDt3aWR0aDogMTAwJSAhaW1wb3J0YW50O2hlaWdodDogMTAwJSAhaW1wb3J0YW50O308L3N0eWxlPjwvZGl2Pg==”]

È stata presentata quest’oggi alla Mole Antonelliana di Torino la diciottesima edizione di Cinemambiente, il più importante festival cinematografico europeo dedicato all’ambiente. La manifestazione torinese diventa “maggiorenne” in un anno che potrebbe rivelarsi un punto di svolta a livello globale per quanto riguarda la presa di coscienza dell’emergenza ambientale. La pubblicazione dell’enciclica Laudato si’ e la conferenza sui cambiamenti climatici di Parigi sono i punti nodali di un anno che potrebbe cambiare le cose. Anche dagli Stati Uniti arrivano timidi segnali di una maggiore attenzione, anche se bisogna fare la tara delle dichiarazioni in vista delle elezioni primarie e presidenziali che si terranno da qui ai prossimi 14 mesi.

Solitamente l’evento torinese si svolge a cavallo dei mesi di maggio e giugno, ma quest’anno si è deciso di tornare alla datazione originaria per inserire la manifestazione nel “contenitore” di “Nutrire la città”, un progetto che vede affiancati al Forum Mondiale dello Sviluppo Economico Locale diversi enti locali. Il Festival è stato inoltre inserito nel cartellone ExpoTo2015. Il tema dell’alimentazione e della nutrizione del pianeta sarà dunque prioritario in un’edizione che si preannuncia interessante e coinvolgente, sia per le proiezioni che oltre al cinema Massimo sfrutteranno i numerosi spazi che fanno cinema a Torino, sia per i numerosi eventi collaterali.

Cinemambiente 2015: documentari da tutto il mondo

Si parte martedì 6 ottobre con 10 Billion – What’s on Your Plate? di Valentin Thurn, regista che riflette sull’alimentazione e su che cosa mangeremo quando saremo 10 miliardi di persone. Il film di chiusura, la sera di domenica 11 ottobre, sarà La Glace e le Ciel di Luc Jacquet, regista dell’acclamato La marcia dei pinguini. L’altro grande evento fuori concorso sarà HUMAN di Yann Arthus-Bertrand che regalerà agli spettatori una grande esperienza visiva raccontando le storie di uomini e donne del pianeta.

Tre i concorsi principali. Nel concorso internazionale documentari segnaliamo Bike vs Cars di Fredrik Gerttern, La Buena Vida di Jens Schanze, How to Change the World di Jerry Rothwell (sulla nascita di Greenpeace) e Planetary di Guy Reid. Nel concorso documentari italiani molte le proposte interessanti, da Transumanza di Roberto Zazzara a Storie di uomini e di lupi di Alessandro Abba Legnazzi e Andrea Deaglio, da La centrale di Davide Rossi e Lorenzo Martellacci a Contromano di Stefano Gabbiani. Anche il concorso internazionale One Hour si annuncia di altissimo livello con titoli come Dark Side of the Chew di Andrew Nisker, Saving Mes Aynak di Brent H. Huffman e Black Ice di Maarten van Rouveroy.

Fra corti, mediometraggi e lungometraggi i titoli di quest’anno sono un centinaio. Cuore della manifestazione sarà, come sempre, il cinema Massimo, ma altre proiezioni si svolgeranno nel centro cittadino e in vari quartieri della città.

[blogo-gallery id=”159719″ layout=”photostory”]

Cinemambiente 2015: eventi collaterali

Accanto alle proiezioni sono in programma otto ecotalk fra cui segnaliamo Verso COP21 che si svolgerà al cinema Massimo nella serata di chiusura di domenica 11 ottobre, con Barbara Degani, sottosegretario di stato al Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio, e Luca Mercalli, presidente della Società Meteorologica Italiana, e Laudato si’: l’enciclica di Papa Francesco sull’ambiente di cui si parlerà venerdì 9 alle 18 al Circolo dei lettori.

Ci sarà anche la sfida biciclette contro automobili che vedrà misurarsi su tre distanze (5,5 km, 3,5 km e 1,5 km) tre automobilisti e tre ciclisti per vedere chi arriverà per primo al cinema Massimo. Previste anche performance, laboratori sul biologico, sulla cura degli orti e sulla creazione di una mandala composto da rifiuti.

Cinemambiente 2015: l’impegno di Blogo

Da quest’anno Blogo ed Ecoblog sono partner della manifestazione torinese. Ogni giorno troverete le recensioni dei principali film e approfondimenti sui temi dei documentari in programma. Per chi vuole scoprire che cosa è successo nelle precedenti edizioni ci sono i due speciali di Ecoblog del 2013 e del 2014.

L’appuntamento è a Torino, da martedì 6 a domenica 11 ottobre. Tutte le informazioni sulle proiezioni e sugli eventi collaterali sono sul sito di Cinemambiente.

Foto | Cinemambiente

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultime novità

Animali11 anni ago

Galline ovaiole ancora in gabbia: l’Europa ci mette in mora

All'Italia con altri 19 paesi membri arriverà una bella letterina di messa in mora, ossia una consistente multa per non...

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban, qui giace il protocollo di Kyoto

COP17, una lapide per il protocollo di Kyoto?

EcoComunicazione11 anni ago

Ecogeo l’app della Regione Piemonte geolocalizza servizi per l’ambiente

Una nuova app della Regione Piemonte per iPhone permette di conoscere la localizzazione di ecocentri, punti per l'acqua pubblica, colonnine...

Clima11 anni ago

EEA, la hit delle 191 industrie che inquinano di più l’aria in Europa

L'Agenzia europea per l'Ambiente ha stilato la classifica delle 191 industrie pesanti che inquinano l'aria: tra le italiane al 18esimo...

Animali11 anni ago

Bravo Napolitano che nomina Jane Goodall Grande Ufficiale della Repubblica Italiana

la signora delle scimmie jane goodall è stata nominata grande ufficiale della repubblica italiana dal presidente giorgio napolitano

Associazioni11 anni ago

Durban, Greenpeace spedisce una cartolina a Clini dal caos climatico

Una cartolina a Clini dal caos climatico

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban: si discute di Kyoto o di economia?

protocollo di kyoto e cambiamenti climatici a Durban, ma si discute anche di economia delle emissioni

Inquinamento11 anni ago

Regione Puglia: i rifiuti saranno bruciati da nuovi inceneritori

sei nuovi impianti per l'incenerimento in Puglia, la regione sembra abbandonare ogni progetto di raccolta differenziata e riciclo

Foto & video11 anni ago

Natale, luminarie a LED sugli Champs-Elysées alimentate dal fotovoltaico

Miracolo del risparmio energetico e estetico sugli Champs-Elysées a Parigi per le luminarie natalizie

Politica11 anni ago

A Bari le Cartoniadi e a Capannori la Tia personalizzata: guadagnare soldi dai rifiuti

i comuni si attrezzano per guadagnare soldi dai rifiuti, coinvolgendo i cittadini in un araccolta differenziata molto intensa