Seguici su

Cronaca ambientale

Catanzaro, sequestrati 80mila metri quadri di discarica abusiva

L’invaso abusivo era ubicato sul demanio marittimo: la Finanza ha rinvenuto materiali di ogni tipo

[blogo-gallery id=”160048″ layout=”photostory” title=”Catanzaro, 80mila metri quadri di discarica in zona demaniale” slug=”catanzaro-80mila-metri-quadri-di-discarica-in-zona-demaniale” id=”160048″ total_images=”4″ photo=”0,1,2,3″]

Una maxi-discarica abusiva sorta in una zona demaniale lungo una spiaggia in provincia di Catanzaro, 80mila metri quadri di invaso, è stata rinvenuta a posta sotto sequestro dalla Guardia di Finanza del capoluogo calabro.

Nella zona del comune di Gizzeria, la discarica era un tempo stata concessa ai privati ma versava da tempo in stato di completo abbandono: veniva utilizzata per scaricare materiale di ogni tipo, tra cui pneumatici ed elettrodomestici fuori uso, oltre ad un consistente quantitativo di rifiuti speciali non pericolosi: secondo le prime informazioni a nostra disposizione, citate dal Quotidiano della Calabria, a maggior parte dei rifiuti depositati nella discarica era costituita da materiale di risulta di demolizioni di strutture in cemento armato, oltre che da recinzioni metalliche arrugginite.

Il Reparto operativo aeronavale della Guardia di finanza di Vibo Valentia, che ha eseguito il provvedimento di sequestro dell’area, ha fatto scattare l’indagine in seguito ad alcune segnalazioni: l’area in questione infatti rappresenta un territorio di notevole valore ed interesse, sotto il profilo naturalistico e ambientale, e costituisce un habitat ideale per la sosta di numerose specie di uccelli migratori in transito nel Mediterraneo.

All’interno della discarica c’era anche un rudere in muratura, lamiera e legno in stato di totale abbandono.

(in aggiornamento)

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultime novità

Animali11 anni ago

Galline ovaiole ancora in gabbia: l’Europa ci mette in mora

All'Italia con altri 19 paesi membri arriverà una bella letterina di messa in mora, ossia una consistente multa per non...

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban, qui giace il protocollo di Kyoto

COP17, una lapide per il protocollo di Kyoto?

EcoComunicazione11 anni ago

Ecogeo l’app della Regione Piemonte geolocalizza servizi per l’ambiente

Una nuova app della Regione Piemonte per iPhone permette di conoscere la localizzazione di ecocentri, punti per l'acqua pubblica, colonnine...

Clima11 anni ago

EEA, la hit delle 191 industrie che inquinano di più l’aria in Europa

L'Agenzia europea per l'Ambiente ha stilato la classifica delle 191 industrie pesanti che inquinano l'aria: tra le italiane al 18esimo...

Animali11 anni ago

Bravo Napolitano che nomina Jane Goodall Grande Ufficiale della Repubblica Italiana

la signora delle scimmie jane goodall è stata nominata grande ufficiale della repubblica italiana dal presidente giorgio napolitano

Associazioni11 anni ago

Durban, Greenpeace spedisce una cartolina a Clini dal caos climatico

Una cartolina a Clini dal caos climatico

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban: si discute di Kyoto o di economia?

protocollo di kyoto e cambiamenti climatici a Durban, ma si discute anche di economia delle emissioni

Inquinamento11 anni ago

Regione Puglia: i rifiuti saranno bruciati da nuovi inceneritori

sei nuovi impianti per l'incenerimento in Puglia, la regione sembra abbandonare ogni progetto di raccolta differenziata e riciclo

Foto & video11 anni ago

Natale, luminarie a LED sugli Champs-Elysées alimentate dal fotovoltaico

Miracolo del risparmio energetico e estetico sugli Champs-Elysées a Parigi per le luminarie natalizie

Politica11 anni ago

A Bari le Cartoniadi e a Capannori la Tia personalizzata: guadagnare soldi dai rifiuti

i comuni si attrezzano per guadagnare soldi dai rifiuti, coinvolgendo i cittadini in un araccolta differenziata molto intensa