Seguici su

Uncategorized

Morto Douglas Tompkins, l’ecomilionario fondatore di The North Face

Il suo kayak si è ribaltato durante un’escursione sul lago General Carrera, nella Patagonia cilena

[blogo-gallery id=”161005″ layout=”photostory”]

Douglas Tompkins è morto in un’incidente avvenuto mentre si trovava sul Lago General Correa, nella Patagonia cilena: il suo kayak si è ribaltato durante un’escursione e per il 72enne fondatore di The North Face non c’è stato nulla da fare. Trasportato d’urgenza all’ospedale con l’elisoccorso, l’uomo è stato dichiarato morto per ipotermia.

[related layout=”left” permalink=”https://ecoblog.lndo.site/post/115887/lincredibile-storia-dellecomilionario-douglas-tompkins”][/related]Nato nel 1943 in Ohio, Douglas Tompkins, insieme alla prima moglie Susie, aveva fondato The North Face nel 1964 ottenendo un grande successo planetario. Attualmente viveva in Patagonia insieme alla moglie Kris, per vent’anni (fino al 1993) ad del marchio omonimo Patagonia.

Dall’inizio degli anni Novanta, Tompkins aveva acquistato grandi estensioni di terra per trasformarle in parchi nazionali. Il suo primo progetto era stato l’acquisto del Parque de Pumalín, al quale è seguito quello del Corcovado e il progetto Iberá che avevano fatto dell’ecomilionario statunitense il più importante proprietario terriero del Cile, con numerosi possedimenti anche in Argentina. Nel corso della sua vita Tompkins ha ha sostenuto progetti di agricoltura ecologica e sostenibile, ha pubblicato diversi libri sull’ecologia e ha finanziato progetti per la conservazione della biodiversità. Un ecologista vero che ha vissuto, fino alla fine, in simbiosi con la natura che tanto amava.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultime novità

Animali11 anni ago

Galline ovaiole ancora in gabbia: l’Europa ci mette in mora

All'Italia con altri 19 paesi membri arriverà una bella letterina di messa in mora, ossia una consistente multa per non...

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban, qui giace il protocollo di Kyoto

COP17, una lapide per il protocollo di Kyoto?

EcoComunicazione11 anni ago

Ecogeo l’app della Regione Piemonte geolocalizza servizi per l’ambiente

Una nuova app della Regione Piemonte per iPhone permette di conoscere la localizzazione di ecocentri, punti per l'acqua pubblica, colonnine...

Clima11 anni ago

EEA, la hit delle 191 industrie che inquinano di più l’aria in Europa

L'Agenzia europea per l'Ambiente ha stilato la classifica delle 191 industrie pesanti che inquinano l'aria: tra le italiane al 18esimo...

Animali11 anni ago

Bravo Napolitano che nomina Jane Goodall Grande Ufficiale della Repubblica Italiana

la signora delle scimmie jane goodall è stata nominata grande ufficiale della repubblica italiana dal presidente giorgio napolitano

Associazioni11 anni ago

Durban, Greenpeace spedisce una cartolina a Clini dal caos climatico

Una cartolina a Clini dal caos climatico

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban: si discute di Kyoto o di economia?

protocollo di kyoto e cambiamenti climatici a Durban, ma si discute anche di economia delle emissioni

Inquinamento11 anni ago

Regione Puglia: i rifiuti saranno bruciati da nuovi inceneritori

sei nuovi impianti per l'incenerimento in Puglia, la regione sembra abbandonare ogni progetto di raccolta differenziata e riciclo

Foto & video11 anni ago

Natale, luminarie a LED sugli Champs-Elysées alimentate dal fotovoltaico

Miracolo del risparmio energetico e estetico sugli Champs-Elysées a Parigi per le luminarie natalizie

Politica11 anni ago

A Bari le Cartoniadi e a Capannori la Tia personalizzata: guadagnare soldi dai rifiuti

i comuni si attrezzano per guadagnare soldi dai rifiuti, coinvolgendo i cittadini in un araccolta differenziata molto intensa