Seguici su

Acqua

Regno Unito: inondazioni in Inghilterra, emergenza in Scozia e Galles

Allerta in tutto il Regno Unito per gli allagamenti conseguenti alle forti piogge degli ultimi giorni

[blogo-gallery id=”161274″ layout=”photostory”]
In Italia stiamo assistendo all’inverno più secco di sempre, mentre nel Regno Unito le piogge torrenziali degli ultimi giorni hanno provocato inondazioni per la terza volta nell’ultimo mese.

Il giorno di Natale il Comitato per le emergenze britannico ha deciso di inviare l’esercito per aiutare la popolazione a fronteggiare i danni causati dalle inondazioni e per evacuare coloro che si risiedono in abitazioni a rischio di allagamento.

Nelle ultime ore l’Agenzia per l’ambiente ha emanato 20 allerte gravi per il nord e il nord est, mettendo in guardia sul rischio che nelle prossime ore possano cadere addirittura 120 millimetri di pioggia.

Le zone più colpite d’Inghilterra sono il Lancashire e lo Yorkshire.

“Non sappiamo ancora quanto potrà peggiorare la situazione. Il livello dell’acqua si sta ancora alzando quindi stiamo soprattutto aspettando e facendo piani per prepararci al peggio” ha dichiarato il tenente colonnello Hamish Cormack.

Il primo ministro David Cameron ha promesso che visiterà lunedì le regioni maggiormente colpite. Anche in Galles e in Scozia l’allerta resta molto alta. Le famiglie si stanno organizzando, costruendo muri di contenimento oppure ospitando ai piani superiori i familiari che abitano ai piani terra allagati dalle esondazioni dei corsi d’acqua. Già all’inizio di dicembre, una prima serie di inondazioni aveva causato danni per centinaia di milioni di euro.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultime novità

Animali11 anni ago

Galline ovaiole ancora in gabbia: l’Europa ci mette in mora

All'Italia con altri 19 paesi membri arriverà una bella letterina di messa in mora, ossia una consistente multa per non...

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban, qui giace il protocollo di Kyoto

COP17, una lapide per il protocollo di Kyoto?

EcoComunicazione11 anni ago

Ecogeo l’app della Regione Piemonte geolocalizza servizi per l’ambiente

Una nuova app della Regione Piemonte per iPhone permette di conoscere la localizzazione di ecocentri, punti per l'acqua pubblica, colonnine...

Clima11 anni ago

EEA, la hit delle 191 industrie che inquinano di più l’aria in Europa

L'Agenzia europea per l'Ambiente ha stilato la classifica delle 191 industrie pesanti che inquinano l'aria: tra le italiane al 18esimo...

Animali11 anni ago

Bravo Napolitano che nomina Jane Goodall Grande Ufficiale della Repubblica Italiana

la signora delle scimmie jane goodall è stata nominata grande ufficiale della repubblica italiana dal presidente giorgio napolitano

Associazioni11 anni ago

Durban, Greenpeace spedisce una cartolina a Clini dal caos climatico

Una cartolina a Clini dal caos climatico

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban: si discute di Kyoto o di economia?

protocollo di kyoto e cambiamenti climatici a Durban, ma si discute anche di economia delle emissioni

Inquinamento11 anni ago

Regione Puglia: i rifiuti saranno bruciati da nuovi inceneritori

sei nuovi impianti per l'incenerimento in Puglia, la regione sembra abbandonare ogni progetto di raccolta differenziata e riciclo

Foto & video11 anni ago

Natale, luminarie a LED sugli Champs-Elysées alimentate dal fotovoltaico

Miracolo del risparmio energetico e estetico sugli Champs-Elysées a Parigi per le luminarie natalizie

Politica11 anni ago

A Bari le Cartoniadi e a Capannori la Tia personalizzata: guadagnare soldi dai rifiuti

i comuni si attrezzano per guadagnare soldi dai rifiuti, coinvolgendo i cittadini in un araccolta differenziata molto intensa