Referendum trivelle: come, quando e dove si vota

piattaformaoffshore

Domenica 17 aprile 2016 si vota per l’abrogazione della norma che consente di estendere le concessioni per estrarre il gas o il petrolio da piattaforme offshore situate entro le 12 miglia dalla costa fino all’esaurimento del giacimento. Non ci si esprime su nuove trivellazioni – che sono già vietate entro le 12 miglia – ma solamente per estendere senza limiti temporali quelle già esistenti.

La domanda che viene posta nella scheda gialla è la seguente:

Volete voi che sia abrogato l’art. 6, comma 17, terzo periodo, del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, “Norme in materia ambientale”, come sostituito dal comma 239 dell’art. 1 della legge 28 dicembre 2015, n. 208, “Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge di stabilità 2016)”, limitatamente alle seguenti parole: “per la durata di vita utile del giacimento, nel rispetto degli standard di sicurezza e di salvaguardia ambientale”?

Nel caso venga raggiunto il quorum (50% + 1 degli aventi diritto) si deciderà in base alla maggioranza dei voti: se dovesse vincere il i primi effetti si vedranno solamente a partire dal 2018, quando scadranno i permessi per 21 delle 31 concessioni attive in Italia; se dovesse imporsi il no la legge non verrà modificata e le estrazioni attualmente in corso potranno proseguire fino all’esaurimento del giacimento.

fac-simile.jpg

Possono votare tutti i cittadini italiani maggiorenni e in possesso della tessera elettorale.

Sulla tessera elettorale è indicato il seggio elettorale nel quale ci si deve recare con un documento di identità valido e la tessera stessa.

Si voterà solo ed esclusivamente domenica 17 aprile dalle ore 7 alle ore 23.

Per votare si deve mettere una croce sul sì o sul no.

Via | Ministero dell'Interno

  • shares
  • Mail