Monviso mon amour, imprese in verticale sul Re di Pietra

Il 22 luglio 1975 il maestro di sci di Limone Piemonte, Nino Viale, affrontò per la prima volta in assoluto la parete nord del Monviso, scendendo, per scommessa e senza alcuna esperienza, lungo il vertiginoso canale Coolidge. Un’impresa storica, fino a quel momento assolutamente inconcepibile. L’approccio dilettantistico e naif di Viale (ripreso dall’amico Claudio Bodrone con una vecchia cinepresa Super8) fu compensato da una tecnica e da un coraggio assolutamente fuori dal comune.

Nell’estate 2015, quarant’anni dopo quell’impresa, cinque ragazzi hanno deciso di ripetere l’impresa. A vegliare su di loro c’è stato Stefano De Benedetti, mito dello sci estremo, il primo a scendere la leggendaria parete ovest del Re di Pietra.

Questa leggendaria storia di sport è stata racconta da Fabio Gianotti, documentarista e fondatore della casa di produzione Kosmoki, nel documentario Monviso mon amour presentato nella penultima giornata del festival Cinemambiente.

Via | Cinemambiente

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail