Seguici su

Auto Elettriche

Parigi: PSA interessata a offrire Car Sharing Free Floating

La città di Parigi potrebbe dire addio al car sharing di Bolloré, cerca sostituti e il Gruppo PSA risponde.

psa car sharing free floating parigi

Tira una brutta aria a Parigi per il servizio di car sharing elettrico targato Bolloré e chiamato Autolib’, attivo in città dal 2011 con 250 auto elettriche condivise. La società è in rosso fisso e ha chiesto ufficialmente al Municipio di contribuire a coprire le spese del servizio con 46 milioni di euro l’anno.

Ma Parigi non vuole pagare e Autolib’ potrebbe scegliere di chiudere il servizio prima della scadenza naturale del contratto, prevista nel 2023. Il Gruppo PSA si è dichiarato interessato a sopperire alla improvvisa mancanza di auto in condivisione: al giornale francese Les Echos Brigitte Courtehoux, a capo della divisione New Mobility di PSA, ha dichiarato: “Parigi è il tipo di città che ci interessa, il free floating è fattibile a Parigi, grazie all’alta densità di popolazione e ai potenziali clienti“.
[related layout=”big” permalink=”http://www.autoblog.it/post/891684/car-sharing-il-gruppo-psa-lancia-free2move-negli-usa”][/related]
E il car sharing free floating a cui sta pensando la Courtehoux potrebbe essere anch’esso elettrico, visto che PSA e Bolloré nel 2015 avevano stretto un accordo strategico di cooperazione per lo sviluppo di soluzioni di car sharing basato su auto elettriche e che PSA gestisce già il car sharing elettrico free floating nelle città di Madrid (dal 2016) e Lisbona (da quest’anno).

In queste due città il servizio si chiama Emov e a Madrid le auto a disposizione sono ben 600, con un prezzo minimo di 24 centesimi al minuto (o 69 euro al giorno), che include i consumi di energia elettrica.

Foto: Unsplash

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultime novità

Animali11 anni ago

Galline ovaiole ancora in gabbia: l’Europa ci mette in mora

All'Italia con altri 19 paesi membri arriverà una bella letterina di messa in mora, ossia una consistente multa per non...

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban, qui giace il protocollo di Kyoto

COP17, una lapide per il protocollo di Kyoto?

EcoComunicazione11 anni ago

Ecogeo l’app della Regione Piemonte geolocalizza servizi per l’ambiente

Una nuova app della Regione Piemonte per iPhone permette di conoscere la localizzazione di ecocentri, punti per l'acqua pubblica, colonnine...

Clima11 anni ago

EEA, la hit delle 191 industrie che inquinano di più l’aria in Europa

L'Agenzia europea per l'Ambiente ha stilato la classifica delle 191 industrie pesanti che inquinano l'aria: tra le italiane al 18esimo...

Animali11 anni ago

Bravo Napolitano che nomina Jane Goodall Grande Ufficiale della Repubblica Italiana

la signora delle scimmie jane goodall è stata nominata grande ufficiale della repubblica italiana dal presidente giorgio napolitano

Associazioni11 anni ago

Durban, Greenpeace spedisce una cartolina a Clini dal caos climatico

Una cartolina a Clini dal caos climatico

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban: si discute di Kyoto o di economia?

protocollo di kyoto e cambiamenti climatici a Durban, ma si discute anche di economia delle emissioni

Inquinamento11 anni ago

Regione Puglia: i rifiuti saranno bruciati da nuovi inceneritori

sei nuovi impianti per l'incenerimento in Puglia, la regione sembra abbandonare ogni progetto di raccolta differenziata e riciclo

Foto & video11 anni ago

Natale, luminarie a LED sugli Champs-Elysées alimentate dal fotovoltaico

Miracolo del risparmio energetico e estetico sugli Champs-Elysées a Parigi per le luminarie natalizie

Politica11 anni ago

A Bari le Cartoniadi e a Capannori la Tia personalizzata: guadagnare soldi dai rifiuti

i comuni si attrezzano per guadagnare soldi dai rifiuti, coinvolgendo i cittadini in un araccolta differenziata molto intensa