Seguici su

Uncategorized

Velux è Netnamo presentano la finestra smart a risparmio energetico

Velux e Netatmo creano la smart window Velux Active, il sistema compatibile con Apple HomeKit.

[blogo-gallery id=”175546″ layout=”photostory”]
Basta un poco di AI e anche la finestra diventa intelligente e a risparmio energetico. Per questo Velux, famosa per le sue finestre da tetto, e Netatmo, tra le aziende più famose al mondo per i dispositivi smart home, hanno unito le forze per presentare Velux Active.

Cioè una finestra intelligente che, grazie alla moderna intelligenza artificiale e ai dati sul meteo presi dal cloud gestisce da sola l’apertura e la chiusura per risparmiare energia per il riscaldamento e il raffreddamento delle stanze.

Il sistema è basato su sensori Netatmo in grado di rilevare la temperatura, l’umidità, la concentrazione di CO2. Il software di intelligenza artificiale, dai parametri letti dai sensori, intuisce la qualità dell’aria presente nella stanza e comanda se serve tapparelle, tende parasole e finestre. La gestione del tutto è tramite applicazione per smartphone (iOS e Android), un sensore climatico, un interruttore e un gateway Internet.

La smart home è una tendenza crescente che permette di vivere in modo più confortevole e sano. Con questa innovazione contiamo di entrare in modo deciso in questo mercato“, spiega Kent Holm, SVP, Global Product Management di Velux.

[related layout=”big” permalink=”https://ecoblog.lndo.site/post/174443/smart-home-risparmio-energetico-osservatorio-compass”][/related]

Velux Active è anche compatibile con Apple HomeKit, e quindi è gestibile anche da tutti i dispositivi Apple (iPad, Apple Watch, Apple TV e HomePod) anche con i comandi vocali di Siri.

Automatizzando apertura, chiusura e ombreggiamento delle finestre per tetti, possiamo fare una grande differenza e migliorare il clima negli ambienti in cui viviamo, così gli utenti non dovranno più preoccuparsene. Abbiamo creato una soluzione intelligente basata su sensori, semplice da usare, affidabile, ma anche utile per migliorare il benessere della persona“, aggiunge Fred Potter, fondatore e CEO di Netatmo.

[related layout=”big” permalink=”https://ecoblog.lndo.site/post/174666/leroy-merlin-boulanger-auchan-smart-home-efficienza-energetica”][/related]

Il sistema può funzionare in tre modalità: funzionamento basato completamente sul sensore (fa tutto lui, in base all’algoritmo), controllo da smartphone (per aggiustare o interrompere le operazioni automatiche) e controllo completamente manuale.

L’intelligenza del sistema Velux Active realizzato in collaborazione con Netatmo sta tutta nell’hardware che combina i dati rilevati dal sensore fisico installato nella stanza (o più sensori, in diverse stanze) con altri dati provenienti dai servizi di meteo online che riportano temperatura, vento ed umidità previste per le prossime ore.

[related layout=”big” permalink=”https://ecoblog.lndo.site/post/174752/robotina-la-smart-home-a-risparmio-energetico-via-blockchain”][/related]

Ad esempio: se oggi fa caldo ma il cielo è coperto è inutile abbassare le tapparelle, ma se il meteo dice che sta per uscire il sole può essere utile ombreggiare le finestre qualche minuto prima. In questo modo non si deve aspettare che la stanza si riscaldi, ma si può prevenire il problema e si consuma meno energia per raffreddarla con il condizionatore.

Altra cosa interessante: umidità e concentrazione di CO2 possono influire sulla sensazione di caldo o freddo percepita. Molto spesso accendiamo il condizionatore per raffreddare una stanza che in realtà avrebbe solo bisogno di essere meglio areata. Con un sistema del genere, ovviamente, si abbattono gli sprechi di energia e si risparmia. Anche denaro.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultime novità

Animali11 anni ago

Galline ovaiole ancora in gabbia: l’Europa ci mette in mora

All'Italia con altri 19 paesi membri arriverà una bella letterina di messa in mora, ossia una consistente multa per non...

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban, qui giace il protocollo di Kyoto

COP17, una lapide per il protocollo di Kyoto?

EcoComunicazione11 anni ago

Ecogeo l’app della Regione Piemonte geolocalizza servizi per l’ambiente

Una nuova app della Regione Piemonte per iPhone permette di conoscere la localizzazione di ecocentri, punti per l'acqua pubblica, colonnine...

Clima11 anni ago

EEA, la hit delle 191 industrie che inquinano di più l’aria in Europa

L'Agenzia europea per l'Ambiente ha stilato la classifica delle 191 industrie pesanti che inquinano l'aria: tra le italiane al 18esimo...

Animali11 anni ago

Bravo Napolitano che nomina Jane Goodall Grande Ufficiale della Repubblica Italiana

la signora delle scimmie jane goodall è stata nominata grande ufficiale della repubblica italiana dal presidente giorgio napolitano

Associazioni11 anni ago

Durban, Greenpeace spedisce una cartolina a Clini dal caos climatico

Una cartolina a Clini dal caos climatico

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban: si discute di Kyoto o di economia?

protocollo di kyoto e cambiamenti climatici a Durban, ma si discute anche di economia delle emissioni

Inquinamento11 anni ago

Regione Puglia: i rifiuti saranno bruciati da nuovi inceneritori

sei nuovi impianti per l'incenerimento in Puglia, la regione sembra abbandonare ogni progetto di raccolta differenziata e riciclo

Foto & video11 anni ago

Natale, luminarie a LED sugli Champs-Elysées alimentate dal fotovoltaico

Miracolo del risparmio energetico e estetico sugli Champs-Elysées a Parigi per le luminarie natalizie

Politica11 anni ago

A Bari le Cartoniadi e a Capannori la Tia personalizzata: guadagnare soldi dai rifiuti

i comuni si attrezzano per guadagnare soldi dai rifiuti, coinvolgendo i cittadini in un araccolta differenziata molto intensa