Bertrand Piccard al G7 per azioni di difesa ambientale

L'aviatore e psichiatra svizzero cercherà di far valere il suo punto di vista in difesa dell'ambiente al G7 francese, in rappresentanza della società civile.

Bertrand Piccard è stato selezionato dal governo francese come uno dei rappresentanti della società civile che affronterà il G7 di Biarritz, chiedendo politiche coraggiose per cambiare le sorti della crisi climatica in atto.

L'esploratore e pilota di Solar Impulse, impegnato da tempo nel sostegno alle politiche ambientali più ambiziose, vuole dare il suo contributo ai lavori dell'One Planet Lab organizzato dall'esecutivo d'oltralpe per contribuire al G7 di quest'anno, che si terrà da oggi al 26 agosto.

Il prestigioso vertice delle sette grandi potenze, che andrà in scena sotto la presidenza francese, sarà più inclusivo rispetto alle precedenti edizioni, coinvolgendo rappresentanti di altre grandi democrazie e della società civile, anche per affrontare il problema dei cambiamenti climatici che, fra l'altro, possono aggravare le disuguaglianze.

La protezione dell'ambiente, alla luce di ciò, sarà una pietra miliare di questa edizione del G7. Ecco le parole di Bertrand Piccard: "Che il cambiamento climatico aumenti la disuguaglianza è evidente e sappiamo che una maggiore disuguaglianza limita lo spazio per una buona politica. Ma dobbiamo ribaltare l'intera discussione; dobbiamo affrontare i cambiamenti climatici e mostrare al mondo economico che soluzioni pulite ed efficienti dal punto di vista energetico sono il mercato industriale del secolo per creare nuovi posti di lavoro e guadagnare di più. Quindi non si tratta solo di proteggere l'ambiente e combattere la disuguaglianza, ma di generare una crescita qualitativa, e questa può essere una grande motivazione per molti".

  • shares
  • Mail