Animali: nuove specie protette dalla Convenzione Cites

Cresce la lista degli animali tutelati da Cites, che vuole metterli al riparo dall'estinzione. Il ministro Costa: "Una garanzia per l'ecosistema".

Si allunga l'elenco delle specie protette della Convenzione sul commercio internazionale delle specie animali e vegetali selvatiche minacciate d'estinzione (Cites). Le modifiche alle appendici di quest'ultima, adottate dalla 18a Conferenza delle Parti, sono entrate in vigore, aggiungendo nuove tipologie faunistiche a quelle precedentemente contemplate.

Si aggiungono alla lista esemplari di animali che appartengono alla famiglia delle lucertole, delle tartarughe, dei gechi, lontre, gru e farfalle. Questi i loro nomi scientifici: Ceratophora erdeleni, Ceratophora karu, Ceratophora tennentii, Cophotis ceylanica, Cophotis dumbara, Gonatodes daudini, Achillides chikae hermeli, Parides burchellanus, Aonyx cinerea, Lutrogale perspicillata, Gruidae Balearica pavonina, Cuora bourreti, Cuora picturata, Mauremys annamensis, Geochelone elegans e Malacochersus tornieri.

Le circa 35.000 specie animali e vegetali tutelate dalla Cites sono riportate nelle appendici della Convenzione e negli allegati del regolamento UE. Riferendosi alle nuove tipologie faunistiche sottoposte a tutela, il ministro dell'ambiente Sergio Costa si esprime in questi termini: "La salvaguardia della fauna è tra i nostri obiettivi. L'applicazione corretta della Convenzione Cites è fondamentale a tal fine, sia a livello nazionale sia a livello internazionale. La protezione di nuove specie è una garanzia per l'ecosistema, per i suoi equilibri e il suo futuro".

Fonte | Ministero dell'Ambiente

  • shares
  • Mail