Seguici su

Inquinamento

Maxi sequestro di rifiuti chimici liquidi in Friuli

Ai militari del Nucleo Operativo Ecologico dell’Arma, per la brillante operazione contro le illegalità nel settore dei rifiuti pericolosi, sono andati i complimenti del ministro Costa.

I carabinieri del NOE di Udine, negli scorsi giorni, hanno sequestrato migliaia di litri di rifiuti liquidi di natura chimica in provincia di Gorizia. Gli uomini del Nucleo Operativo Ecologico impegnati nell’operazione hanno rilevato violazioni penali al termine di un’ispezione finalizzata alla corretta gestione degli scarti provenienti dal settore industriale.

Ai militari dell’arma sono giunti i complimenti del ministro dell’ambiente Sergio Costa: “L’incessante attività sul territorio dei carabinieri è garanzia di tutela della salute dei cittadini e dell’ambiente. A questi uomini rivolgo il mio più vivo apprezzamento“.

L’attività, effettuata con l’ausilio di personale dei Vigili del Fuoco di Gorizia – squadra NBCR e di personale dell’Arpa FVG – Dipartimento di Gorizia, ha portato al rinvenimento, all’interno di un’area di circa 2 mila metri quadrati ed in assenza dei necessari titoli autorizzativi, di uno stoccaggio di diverso materiale fra cui rifiuti liquidi di natura chimica contenuti in 101 fusti da 200 litri cadauno, 43 cisterne da un metro cubo, 100 fusti da 50 litri cadauno e una vasca dalle dimensioni di circa 50 metri cubi: sono cifre che dipingono, nei fatti, una discarica abusiva.

[related layout=”big” permalink=”https://ecoblog.lndo.site/post/191108/inquinamento-dei-mari-e-dei-corsi-dacqua-un-video-drammatico”][/related]

Fonte | Ministero dell’Ambiente

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultime novità

Animali11 anni ago

Galline ovaiole ancora in gabbia: l’Europa ci mette in mora

All'Italia con altri 19 paesi membri arriverà una bella letterina di messa in mora, ossia una consistente multa per non...

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban, qui giace il protocollo di Kyoto

COP17, una lapide per il protocollo di Kyoto?

EcoComunicazione11 anni ago

Ecogeo l’app della Regione Piemonte geolocalizza servizi per l’ambiente

Una nuova app della Regione Piemonte per iPhone permette di conoscere la localizzazione di ecocentri, punti per l'acqua pubblica, colonnine...

Clima11 anni ago

EEA, la hit delle 191 industrie che inquinano di più l’aria in Europa

L'Agenzia europea per l'Ambiente ha stilato la classifica delle 191 industrie pesanti che inquinano l'aria: tra le italiane al 18esimo...

Animali11 anni ago

Bravo Napolitano che nomina Jane Goodall Grande Ufficiale della Repubblica Italiana

la signora delle scimmie jane goodall è stata nominata grande ufficiale della repubblica italiana dal presidente giorgio napolitano

Associazioni11 anni ago

Durban, Greenpeace spedisce una cartolina a Clini dal caos climatico

Una cartolina a Clini dal caos climatico

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban: si discute di Kyoto o di economia?

protocollo di kyoto e cambiamenti climatici a Durban, ma si discute anche di economia delle emissioni

Inquinamento11 anni ago

Regione Puglia: i rifiuti saranno bruciati da nuovi inceneritori

sei nuovi impianti per l'incenerimento in Puglia, la regione sembra abbandonare ogni progetto di raccolta differenziata e riciclo

Foto & video11 anni ago

Natale, luminarie a LED sugli Champs-Elysées alimentate dal fotovoltaico

Miracolo del risparmio energetico e estetico sugli Champs-Elysées a Parigi per le luminarie natalizie

Politica11 anni ago

A Bari le Cartoniadi e a Capannori la Tia personalizzata: guadagnare soldi dai rifiuti

i comuni si attrezzano per guadagnare soldi dai rifiuti, coinvolgendo i cittadini in un araccolta differenziata molto intensa