Auto elettriche: Opel installa le stazioni di ricarica per la Città Elettrica

Il progetto che punta a fare di Rüsselsheim la "Città Elettrica" prende forma, anche grazie all'impegno di Opel, casa automobilistica che in essa ha sede.

Rüsselsheim traduce progressivamente in realtà il progetto di "Città Elettrica" annunciato lo scorso anno da Opel. La casa automobilistica tedesca, che ha sede in quell'agglomerato urbano nel land dell'Assia, sta contribuendo in modo fattivo al risultato, come testimonia l'installazione di 350 stazioni di ricarica al servizio della propria flotta di veicoli.

Nella trama urbana, grazie al sostegno del Ministero Federale dell'Economia, saranno installate circa 1.300 stazioni di ricarica, distribuite in modo capillare sul territorio, per coprire tutti i quartieri e le aree residenziali. La loro presenza toccherà anche il campus dell'Università RheinMain, i complessi residenziali di gewobau Rüsselsheim, i parcheggi di alcuni supermercati e centri commerciali e il sito della clinica municipale (GPR), oltre al già citato sito produttivo della Opel.

Si tratta di un esperimento, che mira a diffondere la mobilità sostenibile in quel contesto ambientale, dove la filosofia green è sposata da diversi attori della filiera, che vogliono velocizzare l'espansione delle infrastrutture di ricarica per le auto elettriche. L'idea è nata col coinvolgimento di diversi partner, come il Comune di Rüsselsheim am Main, l'Università RheinMain e Opel.

L'intervento del noto marchio automobilistico è spiegato da Michael Lohscheller (CEO di Opel): "Una coerente strategia di elettrificazione rappresenta un pilastro importante del nostro piano aziendale 'Pace!', che prevede anche la creazione delle necessarie infrastrutture di ricarica per i veicoli elettrici sviluppati qui a Rüsselsheim. Adesso l'infrastruttura esiste nella nostra città. Un esempio da seguire".

  • shares
  • Mail