Ambiente: nuovi alberi nel Parco dell'Autodromo di Monza

Intervento compensativo per la natura lombarda: già posati cinquanta carpini in un viale tra la seconda curva di Lesmo e il Serraglio. Il Monza Eni Circuit pianterà nel Parco di Monza tremila nuovi alberi.

Nel Parco di Monza è iniziata la piantumazione dei primi 50 alberi, su un totale di 3000 destinati ad essere messi a dimora entro pochi mesi dal Monza Eni Circuit, a proprie spese, per sostituire i soggetti arborei caduti per i temporali o rimossi per garantire la sicurezza dei frequentatori dell'oasi verde brianzola.

L'intervento di impianto vuole compensare, in rapporto di uno ad uno, il taglio e la caduta di qualche centinaio di alberi avvenuto nella porzione di Parco di competenza del "Tempio italiano della velocità", che ha permesso di migliorare la sicurezza nelle aree dell'autodromo dove erano state rilevate situazioni di rischio, mediante la sostituzione di soggetti arborei in condizioni vegetative preoccupanti tagliati o schiantati nelle zone interessate al transito e alla sosta di persone e mezzi.

I primi cinquanta esemplari piazzati sono dei carpini a pronto effetto (cioè piante adulte di grandi dimensioni) alti cinque metri, a ricostruzione di un filare lungo un viale tra la seconda curva di Lesmo e il Serraglio. Il lotto di cui fanno parte i carpini è composto da 554 piante in totale e verrà interamente posato entro l'inizio della stagione primaverile.

Nell'ambito degli interventi di manutenzione e valorizzazione degli spazi verdi del Parco da parte del Monza Eni Circuit, oltre agli alberi del primo lotto, è prevista la messa a dimora di altre 2.400 piante sempre entro la primavera. L'operazione assolve l'adempimento previsto dalla passata convenzione per la concessione dell'area dell'Autodromo di Monza per gli anni dal 2016 al 2019, che include appunto la posa di 600 piante forestali all'anno.

  • shares
  • Mail