Seguici su

Auto Elettriche

Auto elettriche: +61% a maggio in Francia

Risultato straordinario quello per il settore elettrico in Francia: nel mese di maggio si è segnato un piccolo record nelle vendite.

Auto elettrica

Risultato straordinario per le auto elettriche in Francia. Nel mese di maggio la quota di vetture vendute è infatti salita del 61% rispetto allo stesso periodo dell’anno del 2019. Un incremento sensibile che, secondo gli esperti, potrebbe essere dovuto anche alle misure volute dal governo dopo il lockdown da coronavirus. L’amministrazione Macron ha infatti deciso di garantire degli importanti incentivi per l’acquisto di auto elettriche e, contestualmente, ha confermato un piano di investimenti per i produttori di vetture d’Oltralpe.

Considerando l’intero mercato dell’automobile francese, comprese quindi anche le vetture a carburante, la pandemia da coronavirus ha causato un calo del 50% nelle vendite rispetto al 2019. Così come riporta InsideEVs, tuttavia, il settore dell’elettrico non sembra essere stato particolarmente turbato da questa contrazione, raggiungendo infatti cifre record.

Lo scorso mese sono state infatti vendute ben 7.564 automobili, per un aumento annuale del 61%. Considerando solo maggio, si tratta del 7.4% di tutto il market share delle vetture vendute. Ma non è tutto, poiché la classifica delle vendite vede protagoniste proprio auto francesi, contro i colossi già molto affermati dell’elettrico estero.

La Renault ZOE ha visto oltre 1.165 immatricolazioni, seguita dalla Peugeot e-208 (679 esemplari) e dalla Hyundai Kona Electric (351). La Citroen C-Zero ha segnato 247 vendite, mentre la Tesla Model 3 – una delle vetture elettriche tra le più famose sul mercato – è stata richiesta da 219 nuovi acquirenti.

Così come svelato da precedenti ricerche, il lockdown da coronavirus ha indirettamente contribuito ad aumentare l’interesse del pubblico europeo nei confronti delle auto elettriche. Secondo gli esperti, la pandemia avrebbe fatto riflettere i consumatori sulle conseguenze dell’inquinamento ambientale anche a livello di salute, stimolando quindi curiosità verso le auto a emissioni zero. Ancora, ad aver contribuito è certamente la moltiplicazione delle colonnine di ricarica, oggi maggiormente accessibili e diffuse sia in Francia che nelle principali nazioni del Vecchio Continente.

Fonte: InsideEVs

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultime novità

Animali11 anni ago

Galline ovaiole ancora in gabbia: l’Europa ci mette in mora

All'Italia con altri 19 paesi membri arriverà una bella letterina di messa in mora, ossia una consistente multa per non...

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban, qui giace il protocollo di Kyoto

COP17, una lapide per il protocollo di Kyoto?

EcoComunicazione11 anni ago

Ecogeo l’app della Regione Piemonte geolocalizza servizi per l’ambiente

Una nuova app della Regione Piemonte per iPhone permette di conoscere la localizzazione di ecocentri, punti per l'acqua pubblica, colonnine...

Clima11 anni ago

EEA, la hit delle 191 industrie che inquinano di più l’aria in Europa

L'Agenzia europea per l'Ambiente ha stilato la classifica delle 191 industrie pesanti che inquinano l'aria: tra le italiane al 18esimo...

Animali11 anni ago

Bravo Napolitano che nomina Jane Goodall Grande Ufficiale della Repubblica Italiana

la signora delle scimmie jane goodall è stata nominata grande ufficiale della repubblica italiana dal presidente giorgio napolitano

Associazioni11 anni ago

Durban, Greenpeace spedisce una cartolina a Clini dal caos climatico

Una cartolina a Clini dal caos climatico

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban: si discute di Kyoto o di economia?

protocollo di kyoto e cambiamenti climatici a Durban, ma si discute anche di economia delle emissioni

Inquinamento11 anni ago

Regione Puglia: i rifiuti saranno bruciati da nuovi inceneritori

sei nuovi impianti per l'incenerimento in Puglia, la regione sembra abbandonare ogni progetto di raccolta differenziata e riciclo

Foto & video11 anni ago

Natale, luminarie a LED sugli Champs-Elysées alimentate dal fotovoltaico

Miracolo del risparmio energetico e estetico sugli Champs-Elysées a Parigi per le luminarie natalizie

Politica11 anni ago

A Bari le Cartoniadi e a Capannori la Tia personalizzata: guadagnare soldi dai rifiuti

i comuni si attrezzano per guadagnare soldi dai rifiuti, coinvolgendo i cittadini in un araccolta differenziata molto intensa